Nas oscurano 95 siti web per offerta illegale di farmaci: vendevano cure per il Covid

Martedì 3 Agosto 2021
Nas oscurano 95 siti web per offerta illegale di farmaci: vendevano cure per il Covid

Vendevano e promettevano cure e terapie per il Covid, anche con farmaci vendibili solo dietro prescrizione medica e acquistabili in farmacia: sono i 95 siti web oscurati dal reparto operativo dei Carabinieri del Nas, nell'ultima operazione condotta tra giugno e luglio. Molti dei farmaci contenevano principi attivi soggetti a restrizioni d'uso e specifiche indicazioni d'impiego clinico, come gli antivirali lopinavir/ritonavir, remdesivir e ribavirin, l'antibiotico azitromicina, gli antimalarici clorochina e idrossiclorochina e l'antinfiammatorio colchicina, e il tocilizumab per l'artrite reumatoide.

Sito Regione Lazio hackerato: pirati entrati con la password di un dirigente di Frosinone, persi milioni di dati sul Cloud

I Carabinieri del Nas hanno individuato l'offerta in vendita di medicinali asseritamente contenenti principi attivi soggetti a particolari restrizioni d'uso e specifiche indicazioni d'impiego clinico o sperimentale in relazione all'infezione da Sars-Cov-2 come gli antivirali lopinavir/ritonavir, l'antibiotico azitromicina, gli antivirali remdesivir e ribavirin, nonché gli antimalarici clorochina e idrossiclorochina e l'antinfiammatorio colchicina. Presenti anche annunci relativi al farmaco ospedaliero tocilizumab, utilizzato per la cura dell'artrite reumatoide grave per il quale l'Aifa, con nota del giugno 2021, ha disciplinato l'utilizzo nella cura di soggetti adulti ospedalizzati con Covid-19 grave e/o con livelli elevati degli indici di infiammazione sistemica, in condizioni cliniche rapidamente ingravescenti, fornendo indicazioni utili a orientare la prescrizione e le modalità di impiego per le quali ci sono maggiori evidenze di beneficio.

Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 11:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA