Sonia Nacci, picchiata a sangue e uccisa a 43 anni: svolta nelle indagini, arrestati padre e figlio

Martedì 26 Gennaio 2021
Sonia, picchiata a sangue e uccisa a 43 anni: svolta nelle indagini, arrestati padre e figlio

Sonia Nacci aveva 43 anni ed è morta il 22 dicembre scorso, dopo un'aggressione choc avvenuta dopo una lite per questioni di droga, secondo quanto emerso dalle indagini sul suo decesso. Sonia fu colpita con calci, pugni e un martello: l'aggressione avvenne a Ceglie Messapica, nel brindisino, e la donna morì all'ospedale di Taranto in seguito alle ferite.

 

Oggi una svolta nelle indagini: due uomini, padre e figlio di 41 e 21 anni, sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di aver picchiato a morte Sonia. Le indagini dei carabinieri hanno portato all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare richiesta dalla procura ed emessa dal gip del Tribunale di Brindisi per omicidio aggravato. Inizialmente portata in ospedale a Francavilla Fontana, Sonia venne poi trasferita in ospedale a Taranto per un intervento alla milza: le sue condizioni non sembravano gravi, ma successivamente si aggravarono fino al decesso.

 

Ultimo aggiornamento: 11:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA