Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Milano, arrestato il rapper Kappa 24K per la sparatoria di San Siro. «Gruppi rivali in lotta per il mercato dei dischi»

Il rapper 32enne esplose in aria diversi colpi d'arma da fuoco in luogo pubblico e affollato. Rimase ferito un 26enne

Venerdì 4 Febbraio 2022
Sparatoria a Milano, arrestato il rapper Kappa_24K: ferì un 26enne

Lo scorso 8 gennaio, il rapper milanese Kappa 24K fu protagonista di una sparatoria nel quale rimase ferito un egiziano di 26 anni. Gli agenti della polizia di Stato di Milano hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 32enne, per detenzione e porto sulla pubblica via di arma comune da sparo ed esplosione in aria di più colpi d'arma da fuoco in luogo pubblico affollato.

Leggi anche > Milano, baby gang a CityLife rapina i coetanei con il coltello. Il più giovane ha 12 anni

Dopo la sparatoria in piazza Monte Falterona, iniziarono le indagini che hanno portato all'identificazione del responsabile. La sparatoria era accaduta nell'ambito dello scontro tra due gruppi rivali degenerato, secondo gli investigatori, per la ripartizione delle commissioni discografiche tra gruppi rap.

Le indagini

Nasce probabilmente da un 'dissing', la disfida via social a colpi di insulti tra rapper o trapper, la sparatoria dell'8 gennaio scorso in piazza Monte Falterona a Milano che ha portato in carcere il 32enne rapper milanese Kappa 24K, arrestato dagli agenti della Squadra mobile di Milano. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sullo sfondo vi sarebbero anche questioni di denaro legate all'attività di gruppi rap e la sparatoria avrebbe avuto un prologo qualche ora prima, quando il gruppo di Kappa_24 aveva affrontato quello rivale e ne aveva avuto la meglio.

In piazza Monte Falterona, alcune ore dopo, gli 'sconfittì sarebbero arrivati con il rinforzo del pluripregiudicato Carlo Testa che sembra avesse due armi, una calibro 9x21 e una 7,65. Una delle due pistole sarebbe stata strappata al pregiudicato e presa da Kappa 24 che avrebbe sparato per primo quattro colpi presumibilmente in aria, dal momento che non sono state trovate ogive sul posto. Testa ha quindi sparato a sua volta, colpendo nella zona femorale un 26enne egiziano che ha rischiato di morire. In tutto erano presenti una quarantina di persone, alcune delle quali ancora in corso di identificazione. In precedenza, qualcuno ha riferito di aver sentito il rapper arrestato sfidare con una videochiamata i rivali. Determinanti sono state anche le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona

Ultimo aggiornamento: 14:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA