Spara all'amico per gelosia di una donna, Mattucci ai domiciliari

Martedì 15 Settembre 2020 di Teodora Poeta
Spara all'amico per gelosia di una donna, Mattucci ai domiciliari

Sono stati concessi gli arresti domiciliari a Giuseppe Mattucci. Così ha deciso il gip Lorenzo Prudenzano che, ieri, ha convalidato l’arresto del 25enne di Fontanelle di Atri accusato di tentato omicidio aggravato dalla premeditazione, i futili motivi e l’uso dell’arma. Anche di fronte al gip, in un’udienza di convalida in remoto, Mattucci dal carcere di Vasto, dove si trovava fino a ieri, ha confermato il racconto fatto anche la notte tra venerdì e sabato al pm Davide Rosati dopo essersi presentato spontaneamente al Commissariato di Atri. Perché anche il suo comportamento, dopo il reato commesso, è stato valutato dal giudice ed ha inciso positivamente sulla decisione per gli arresti domiciliari, oltre al fatto che il 25enne è incensurato e non ha inquinato le prove, non è pericoloso, non è stato ritenuto in grado di poter reiterare il reato o da darsi alla fuga.

Dopo aver sparato tre colpi di fucile caricato a pallettoni è tornato a casa per lasciare l’arma. Non ha fatto nulla per ripulirla. Dopodiché ha ripreso l’auto e si è diretto al Commissariato. Nessuna telefonata nel frattempo ad un avvocato per chiedere un consiglio. Niente di tutto ciò. La decisione è stata sua e solo sua. Solo dopo la Polizia, una volta sentito il primo racconto, ha chiamato l’avvocato di turno per una difesa. E quando è arrivato sul posto il magistrato è iniziato il racconto fiume, quasi uno sfogo, tutto confermato ieri anche davanti al gip. Dal litigio del pomeriggio fino alla resa dei conti della sera, con dettagli antecedenti. Un’amicizia d’infanzia quella tra Mattucci e il 24enne con feste trascorse insieme e pranzi nelle rispettive case, tutto finito in pochi istanti per un movente passionale come stanno confermando pure gli inquirenti.

Ultimo aggiornamento: 09:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA