Strage di braccianti, vertice a Foggia
Salvini: «Così la mafia fa i soldi»

ARTICOLI CORRELATI
di Mario Ajello

8
  • 132
Il premier Conte, il ministro Salvini. Entrambi a Foggia. Oggi. L'emergenza del caporalato, lo schiavismo che sta alla base del tremendo incidente di ieri, in cui sono morti 12 braccianti neri, e altri 4 sono rimasti uccisi appena qualche giorno fa, ha convinto sia Conte sia Salvini come titolare dell'Interno a spingersi nella città pugliese colpita da questa sciagura. Che è figlia di un «fenomeno scandaloso e sottovalutato, che è quello dello sfruttamento degli esseri umani», così dice Salvini recandosi a Foggia. Che è la città di cui è originario - in realtà è nato a poca distanza, a Volturara Appula - il capo del governo.

Salvini riunisce in Prefettura il comitato per la sicurezza. E alla vigilia parla così:  «Il caporalato nonostante le chiacchiere degli ultimi anni non è stato sconfitto, è più vivo che mai. La mafia ci fa gran soldi». E ancora: «Ho una  serie di proposte da presentare, per aggredire questo fenomeno intollerabile in un paese come l'Italia».

Con un'immigrazione regolare e controllata forse si sarebbe potuta evitare questa ennesima strage di lavoratori neri, struttati e derelitti,  dei campi di pomodori che hanno trovato la morte stipati nel pulmino guidato dai loro padroni e travolto dal tir nel foggiano. Ma gli immigrati irregolari fanno comodo - è la convinzione di Salvini - a sfruttatori, schiavisti, caporali e buonisti che nel nome dell'ideologia buonista dell'accoglienza producono insicurezza per tutti. 

E proprio nel giorno della sua visita a Foggia il ministro commenta anche l'operazione dei carabinieri che, a Gallipoli, ha portato all'arresto per spaccio di sette immigrati richiedenti asilo, gambiani e senegalesi.
 
 
Martedì 7 Agosto 2018, 08:53 - Ultimo aggiornamento: 8 Agosto, 09:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-08-08 10:17:48
ci sono tante champagne in Italia e' temnpo di andare a far visita a questi terrier e vedere quanti schiavi hanno che lavorano per loro in condizioni disumane , lo Stato dov'e? perche non fa ispezioni? no Lo stato si fa grande davanti all Europa raccoglie I miserabili dal mare e poi li lascia nelle terre come cani sciolti , poi palrnao al governo del contratto di lavoro permanente ma questi immigrant lavorano piu' degli italiani e sono trattati come bestie , ma di cosa state parlando? se non li volete in italia allora cacciateli via dai terreni da dove sono sfruttati e basta mo la nave non la volgio la bave non approda bla bla e quelkli che sono qua salvini? a loro vci pensi? che sono sfruttati come schiavi? tu guardi solo il porot? fatti un giro per le campagna di italia please Ipocriti tuttti chi vi governa bugiardi, hanno le bende agli aocchi come I cavalli da corsa e vogliono vincere la partita ad ogni costo Ipocriti heu Salvini tu dici sempre che hai un figlio buon per te lui non andra' mai ha raccogliere I pomodorini a 40 gradi all ombra mentre tu li mangi! tu sai da dove vengono I tuoi pomodorini che hai comoprato in scatola o al mercato? Salvini adesso parlo con te ci sei? e non mi dire io non ho chiesto loro di venire qua allora mandali tutti a casa e finisce la festa per tutti capito?
2018-08-07 18:14:41
giorgio bocca per il quale non ho mai avuto molta simpatia nel suo libro "gl'itliani sono razzisti?" pubblicato nel 1988 (trent'anni!!!) concludeva: "per la prima volta vivono tra noi milioni di persone di colore. Tutto cammina maledettamente in fretta in questo mondo, compreso il razzismo. Stiamoci attenti." dopo trent'anni siamo con salvini e i suoi adepti!!!!!
2018-08-07 16:40:53
non facciamo gli ipocriti!! sappiamo tutti che l'immigrazione clandestina serve per alimentare il mercato dello sfruttamento della manodopera straniera e non solo africana in molti settori dell'economia italiana come la raccolta dei pomodori nel foggiano ma anche nel casertano dove migliaia di persone vivono quasi in schiavitù praticamente in condizioni disumane che uno stato civile non dovrebbe permettere il fenomeno andrebbe stroncato immediatamente ma..questo è praticamente impossibile perchè segnerebbe la fine della produzione di prodotti agricoli e aumenterebbe enormemente la disoccupazione sia tra gli immigrati sia degli stessi locali...
2018-08-07 18:40:44
Non sono d'accordo, basterebbe offrire dei lavori dignitosi e ben remunerati e, anche gli italiani tornerebbero a riconsederarli come nel passato. Contemporaneamente diminuirebbe la domanda d'immigrati. A parità di costo, sicuramente, si preferirebbe la manodopera nazionale. Si continuerebbe a produrre e a salvare i posti di lavoro. Così salviamo capra e cavoli. Condividi?
2018-08-07 14:48:18
incomincia ad indagare i commercialisti sono loro i veri terroristi di assunzioni facili

QUICKMAP