Non vaccinato si contagia e finisce grave in ospedale: si uccide lanciandosi dal terzo piano. La tragedia a Cosenza

Sabato 21 Agosto 2021
Non vaccinato si contagia e finisce grave in ospedale: si uccide lanciandosi dal terzo piano. La tragedia a Cosenza

Non era vaccinato. Si è contagiato. Sviluppando sintomi gravi della malattia. Che ne hanno richiesto il ricovero. Una situazione a cui non ha retto. E per questo si è ucciso lanciandosi dalla finestra dell'ospedale in cui era stato portato per essere assistito, 24 ore dopo il ricovero. Il tragico episodio è avvenuto a Cosenza.

 

Viareggio, muore di Covid a 29 anni: non era vaccinata. Era in quarantena a casa con il compagno

 

Non vaccinato si contagia, finisce in ospedale e si suicida

La vittima, un uomo di 51 anni si è tolto la vita, alle prime luci dell'alba, lanciandosi da una finestra posta al terzo piano del reparto di malattie infettive dell'ospedale dell'Annunziata del centro calabrese. L'uomo, secondo le prime informazioni, di origini siciliane, viveva a Ravenna ed era stato ricoverato ieri perché risultato positivo al Covid-19. A quanto emerso aveva sviluppato sintomi importanti della malattia e non si era sottoposto alla vaccinazione anti Covid. Sul caso indagano i carabinieri di Cosenza.

Ultimo aggiornamento: 22 Agosto, 14:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA