Roma, strupro a Testaccio. Parla la vittima: «Prima i complimenti, poi mi ha trascinata via»

Giovedì 23 Luglio 2020 di Marco De Risi e Camilla Mozzetti
Roma, strupro a Testaccio. Parla la vittima: «Prima i complimenti, poi mi ha trascinata via»

Quando le hanno dato un bicchiere d’acqua per cercare di calmarla, Carla (la chiameremo così) l’ha fatto cadere in terra. Le sue mani tremavano, il suo volto era una maschera di lacrime e polvere. Non riusciva a parlare. Poi la voce a poco a poco è iniziata a uscire di fronte agli agenti di polizia delle Volanti e con la madre: «Da qualche giorno mi faceva delle avances poi l’ho incontrato per strada, mi ha preso per un braccio e mi ha...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 13:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA