Torino, il patrigno abusò di lui: ora dovrà anche pagarne i debiti

Mercoledì 8 Luglio 2020

È stato vittima di abusi sessuali da parte del patrigno e ora deve pagarne i debiti. Teatro della vicenda è  Torino: l'Atc (Agenzia territoriale per la casa) ha chiesto a un venticinquenne circa 15mila euro per utenze mai pagate dall'imputato e dalla ex convivente. All'epoca delle violenze il giovane era minorenne. Il patrigno è stato arrestato, processato e condannato per episodi commessi anche ai danni dei due figli e di alcune loro giovanissime amiche, oltre che per produzione di materiale pedopornografico. L'allora convivente risulta irreperibile.

Scandalo nella ginnastica inglese: abusi mentali sulle giovani per mantenere la forma

Suora abusata, per il prete psicanalista scatta la prescrizione. Ora grana per il Papa

«Ho contatto i legali di Atc - spiega l'avvocato del giovane, Gabriella Vogliotti - e mi hanno confermato che non intendono rinunciare alla riscossione del credito». Il giovane, che nel frattempo è diventato affidatario dei due fratelli minori, il 15 luglio comincerà - dopo avere superato le selezioni - a prestare servizio nell'Esercito.

Ultimo aggiornamento: 19:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA