CORONAVIRUS

Toscana zona arancione, ecco cosa cambia dal 4 dicembre: oggi 1.117 nuovi casi e 66 morti

Venerdì 27 Novembre 2020 di Laura Mattioli
Toscana zona arancione, ecco cosa cambia dal 4 dicembre

«Da venerdì 4 dicembre la Toscana potrà rientrare in una zona che consente di allentare la morsa della chiusura degli spostamenti», con un provvedimento «che riporta la Toscana in zona arancione, stamani ne ho parlato con il ministro Speranza». Lo ha detto Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, in un video postato sulla sua pagina Facebook nel quale mostra il lavoro dei tracciatori di contatti dei casi positivi, che «hanno contribuito ad allineare la Toscana a condizioni che oggi sono quelle da zona arancione, anzi io direi da zona gialla in realtà», ha aggiunto. «Dobbiamo rispettare le procedure di legge per rientrare quantomeno nella zona arancione - ha detto ancora Giani - oggi la Toscana è zona rossa, e lo deve essere per legge per 14 giorni», in base al Dpcm. «Noi siamo partiti il 15 novembre, e questo periodo dei 14 giorni finirà il 29 novembre, domenica prossima».

Giani ha spiegato che farà «un provvedimento che porta fino al 3 dicembre, in occasione della prima riunione del Comitato tecnico scientifico, venerdì 4 dicembre Speranza potrà firmare l'ordinanza che riporta la Toscana in zona arancione».  La Toscana fuori dalla zona rossa dal prossimo 4 dicembre «è una buona notizia che da un lato ci infonde fiducia, dall'altro ci conferma che le restrizioni della fascia rossa e anche la disciplina, il comportamento dei cittadini e delle imprese, hanno portato i loro frutti» ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze.  

Cosa cambia 

Vediamo cosa cambia in Toscana passando da zona rossa ad arancione Toscana in zona arancione significherebbe che i cittadini si potrebbero muovere all’interno del proprio comune durante il giorno senza obbligo di autocertificazione. Resterebbe vietato uscire dal proprio comune e dalla regione se non per motivi di lavoro, studio, urgenza, salute o necessità.

In zona arancione restano chiusi ristoranti, bar, pub, pizzerie, gelaterie e pasticcerie, ma è consentito il servizio di asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza limiti di orario. Con il passaggio da zona rossa ad arancione in Toscana si potrebbe andare dall’estetista e nei saloni di tatuaggi, chiusi in zona rossa. Per quanto riguarda le scuole, tornerebbero le lezioni in presenza anche per seconda e terza media, con obbligo di mascherina al banco, mentre le superiori continuerebbero con la Dad. 

I nuovi casi

Oggi in Toscana sono stati registrati 1.117 i nuovi casi di positività al coronavirus in più rispetto a ieri (611 identificati in corso di tracciamento e 506 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 100.444 unità. I nuovi casi sono l'1,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 1.117 casi odierni è di 49 anni circa (l'11% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 23% tra 60 e 79 anni, l'11% ha 80 anni o più). I guariti crescono del 5,4% e raggiungono quota 51.397 (51,2% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.527.078, 15.081 in più rispetto a ieri, di cui il 7,4% positivo. 

Covid Italia, bollettino del 26 novembre: 29.003 nuovi casi e 822 morti in 24 ore. Primo calo terapie intensive nella seconda ondata

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 10:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA