Vanessa Porrea, tronista di Uomini e Donne perseguitata per tre anni da uno stalker

La denuncia ai carabinieri dell’ex dama del Trono Over risale all’inizio del 2019, ma il processo è cominciato solo di recente

Vanessa Porrea, tronista di Uomini e Donne perseguitata per tre anni da uno stalker
Vanessa Porrea, tronista di Uomini e Donne perseguitata per tre anni da uno stalker
di Alessandro Misson
Venerdì 16 Settembre 2022, 17:31 - Ultimo agg. 17 Settembre, 08:06
3 Minuti di Lettura

Tempestata di messaggi sui social, pedinata, attesa davanti al negozio o sotto casa, provando anche a contattarla suonando al citofono o piantonando l'ingresso. Un vero inferno per Vanessa Porrea, bellissima  quarantenne di Tortoreto, in provincia di Teramo, di professione commerciante ma anche personaggio dello spettacolo, visto che fino a quattro anni fa è stata per un anno intero tronista di Uomini e Donne, che ha denunciato per stalking l’uomo che per tre anni l’ha perseguitata, prima e durante il periodo di successo nella trasmissione di Maria De Filippi.

Installazione artistica in ricordo dell’oncologa Ester Pasqualoni uccisa da uno stalker

La denuncia ai carabinieri dell’ex dama del Trono Over di Uomini e Donne risale all’inizio del 2019. Solo di recente però, causa Covid e cambiamento in corsa dei giudici, la vicenda è entrata nel vivo del processo al Tribunale di Teramo. Sotto accusa il 46enne di BresciaPierpaolo Bossini, che deve rispondere del reato di atti persecutori. Secondo l’accusa tra il 2016 e febbraio 2019, il bresciano, essendo venuto a conoscenza dell’interruzione della precedente relazione sentimentale della donna, avrebbe iniziato a perseguitarla con «reiterate condotte intrusive» nella sua sfera privata. «Mi ha sconvolto la vita. Ancora adesso, rivivere al processo quella situazione, mi crea ansia e mi riempie di negatività. Io che sono una donna positiva e coraggiosa, e voglio solo pensare a una vita piena a gioiosa. Perché ogni donna, anche se è un personaggio pubblico e fa un lavoro che espone la sua immagine, ha comunque diritto a vivere in maniera serena» dice Vanessa Porrea.

Giulianova, segue e minaccia la ex moglie: era andata in caserma a denunciarlo

Vanessa Porrea era arrivata al punto da non poter più uscire di casa per evitare il molestatore seriale, vivendo perennemente in uno stato d’ansia e di limitazione, considerando anche il fatto che la donna è madre di una ragazza adolescente e un ragazzo più grande. L’inferno è terminato agli inizi di febbraio del 2019, quando il Tribunale di Teramo ha emesso prima un divieto di avvicinamento nei confronti dello stalker e poi, all’ennesima violazione, l’arresto come aggravamento della misura cautelare. Il processo con le altre testimonianze riprenderà nella prossima udienza già fissata per novembre.

«Essere una bella donna, sexy e provocante, anche se lo fai sui social per farti conoscere oppure su un sito per lavoro, non dovrebbe assolutamente essere un buon motivo per autorizzare un uomo a molestarti, pedinarti, perseguitarti, renderti la vita un inferno» dice Vanessa Porrea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA