Covid, a Fiumicino da mercoledì tampone prima dell'imbarco su due voli Roma-Milano

Venerdì 11 Settembre 2020 di Mauro Evangelisti

Ci siamo. Da mercoledì, per la prima volta in un aeroporto europeo, saranno eseguiti i tamponi prima di salire sull'aereo. La sperimentazione concordata da Aeroporti di Roma e l'assessore regionale alla Salute, Alessio D'Amato, coinvolgerà Alitalia per due voli Roma-Milano. Se il sistema, che si avvale dei tamponi rapidi, si rivelerà efficace, il passo successivo riguarderà la tratta Roma-New York. Il tampone rapido prima della partenza comporta che il passeggero arrivi in aeroporto 30-60 minuti prima (o vada al drive in vicino all'aeroporto nelle 72 ore precedenti), ma dà la garanzia di volare su un aereo "Covid-free", in cui tutti i passeggeri sono negativi.

Treni, si allenta la stretta: più posti per l’Alta velocità

AdR: Fiumicino primo scalo al mondo a ricevere 5 stelle Skytrax per misure e protocolli sicurezza
 

Come funziona

I voli interessati sono i seguenti: l’AZ 2038 delle ore 13:30 (attivo tutti i giorni della settimana) e l’AZ 2092 delle ore 17:30 (attivo dal lunedì al venerdì).

La conferma è arrivata da uno dei sostenitori del progetto, il direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani, Francesco Vaia: «Grazie ad una preziosa sinergia tra Adr, Alitalia, Regione Lazio e l'Inmi Spallanzani, da mercoledì si concretizza l'obiettivo un biglietto-un tampone, ovvero come volare in sicurezza. Su due voli della tratta Roma-Milano, in via sperimentale, si imbarcheranno solo i passeggeri risultati negativi a Covid nelle 72 ore precedenti. Si potrà fare il test nei giorni precedenti, nella postazione sanitaria gestita dalla Croce rossa, dall'Asl Roma 3 e dalle Uscar nello spazio e messo a disposizione da Adr nella lunga sosta. Nella stessa giornata del volo si potrà effettuare il test al Terminal 3», In sintesi: i passeggeri avranno due opzioni, andare tre giorni al drive in organizzato al parcheggio lunga sosta di Fiumicino, per eseguire il tampone, o al contrario fare il tampone drettamente al terminal, prima dell'ìmbarco. Vaia: «Questa è la strada giusta per guardare con maggior ottimismo al futuro, alla ripresa della nostra vita in sicurezza e alla ripresa dell'economia. Il prossimo ambizioso obiettivo sarà sperimentare questa metodica sulla tratta Roma-New York».

L'aeroporto di Fiumicino già consente a chi arriva da Spagna, Croazia, Malta e Grecia di fare il tampone (obbligatorio secondo l'ordinanza del Ministero della Salute) al terminal o al lunga sosta.  Skytrax, organizzazione internazionale di valutazione delle compagnie aeree e aeroporti in tutto il mondo, ha assegnato il punteggio massimo di 5 stelle per le misure e protocolli adottati dal Leonardo da Vincì per il contenimento del Covid-19.

 

Ultimo aggiornamento: 17:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA