Ufficiale arrestato: «Ha venduto segreti a Mosca», e Roma frena sullo Sputnik

Giovedì 1 Aprile 2021 di Cristiana Mangani
Ufficiale arrestato: «Ha venduto segreti a Mosca». Roma frena sullo Sputnik

Scatole di cioccolatini piene di soldi: 5 mila euro in contanti che hanno incastrato il capitano di fregata Walter Biot, proprio mentre consegnava documenti classificati al funzionario militare in servizio presso l’Ambasciata russa. Circa 200 foto raccolte in una pen drive, che riproducevano atti riferiti a operazioni militari internazionali e della Nato. Era dall’epoca della Guerra fredda che non si vedevano scene così, soprattutto in...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA