Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Uffizi, la Germania restituirà all'Italia il quadro “Vaso di Fiori” del pittore olandese Jan van Huysum

Sabato 16 Marzo 2019
Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt con la copia del quadro
La Germania è intenzionata a restituire all'Italia il quadro Vaso di Fiori, del pittore olandese Jan van Huysum. A darne notizia è il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, commentando la lettera ricevuta dalla vice ambasciatrice della Repubblica Federale di Germania Irmgard Maria Fellner, in risposta alla missiva inviata da Giani lo scorso 2 gennaio. «La comunicazione del ministero federale degli Affari esteri della Repubblica Federale di Germania, dà significativo riscontro al costante impegno che abbiamo posto per il recupero del quadro. È una grande soddisfazione vedere impegni così precisi dalle autorità di governo tedesche con la ferma determinazione comune di avere il quadro esposto nella Galleria degli Uffizi».

Fellner, si legge nella nota, nella lettera assicura che «anche per il Governo Federale il dipinto di Huysum deve senza dubbio tornare ad occupare il suo posto originario nella Galleria degli Uffizi». «Nell'ambito delle sue competenze - continua la vice ambasciatrice - il Governo Federale appoggerà in ogni qual modo l'Italia». Il ministero degli Affari esteri tedesco, informa ancora Fellner, «ha suggerito ripetutamente che il dipinto venga restituito volontariamente» anche considerando gli «stretti rapporti di amicizia, soprattutto in ambito culturale, che legano Germania e Italia». Le parole delle più alte istituzioni tedesche hanno spinto il presidente Giani a «ringraziare tutti coloro che si stanno adoperando per il recupero dell'opera, a partire dal direttore degli Uffizi Eike Schmidt, ma anche tutte le istituzioni, le espressioni del mondo della cultura e della società in Toscana e in Italia».


 
Ultimo aggiornamento: 16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA