Vanno a trans e rivogliono i soldi, scoppia rissa in strada: un arresto e due denunce

0
  • 46
Vanno a trans, ma poi rivogliono i soldi e in strada scoppia una rissa furibonda che finisce con un arresto per estorsione di un giovane di Castrocielo, e la denuncia di un suo amico per lo stesso reato e di un brasiliano di 28 anni residente a Cassino per lesioni gravi.

Si è conclusa nel peggiore dei modi la notte brava di un gruppo di amici. Alle prime luci dell’alba il giovane arrestato (A.L., 24 anni), insieme a due amici, di 28 e 21 anni, avevano deciso di incontrare dei trans in un appartamento di Cassino. In due hanno consumato un rapporto sessuale con altrettanti trans e consegnato 50 euro ciascuno.
Solo allora il 24enne ha preteso un prestazione che però gli è stata negata. Gli animi si sono surriscaldati. Il giovane di Castrocielo ha iniziato ad inveire nei confronti dei transessuali con tono minaccioso ed arrogante, spintonando violentemente un 28enne brasiliano contro un mobile intimandogli di volere indietro i soldi consegnati dai due suoi amici. A quel punto, il transessuale, per evitare problemi, gli ha riconsegnato 50 euro. Sembrava finita lì, invece il peggio doveva ancora arrivare. Una volta scesi in strada i tre amici hanno iniziato a suonare insistentemente al citofono pretendendo indietro, con fare minaccioso, gli altri soldi pagati per i rapporti consumati.

I due transessuali, per evitare che la confusione potesse attirare l’attenzione dei condomini che avrebbero potuto allertare le forze dell’ordine, sono scesi in strada. Una volta uscito dal portone, il transessuale è stato aggredito dal ventiquattrenne che ha cominciato a colpirlo alla schiena con i pugni. Il connazionale del brasiliano, per difendere l’amico, ha colpito con una testata al volto il giovane di Castrocielo, per poi consegnarli altri 50 euro. A quel punto, chiamati dai residenti, sono arrivati i carabinieri che, una volta ricostruito quanto accaduto, hanno arrestato il ventiquattrenne per il reato di estorsione, denunciato per lo stesso un amico del cassinate, mentre il trans che ha sferrato la testata all’arrestato dovrà rispondere del reato di lesioni gravi.
Domenica 14 Aprile 2019, 21:26 - Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 07:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP