Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Varese, Giada scomparsa a 21 anni e trovata morta in un B&B. Era fuggita dall'ospedale

Era fuggita nel pomeriggio di sabato 6 agosto e l'allarme era scattato in mattinata quando la madre aveva denunciato la sua assenza dal reparto.

Martedì 9 Agosto 2022
Varese, Giada scomparsa a 21 anni e trovata morta in un B&B. Era fuggita dall'ospedale

Giada, una giovane ragazza di 21 anni, era scomparsa dal reparto di psichiatria dell'ospedale di Cittiglio, in pronvincia di Varese. Era fuggita nel pomeriggio di sabato 6 agosto e l'allarme era scattato in mattinata quando la madre aveva denunciato la sua assenza dal reparto, lanciando un appello sui social per ritrovarla. All'ora di pranzo, però, è giunta la triste notizia. Giada sarebbe morta in un B&b di Giubiano, a Varese.  

Roma, donna trovata morta in casa: non si avevano notizie di lei da una settimana. Il cadavere tra i rifiuti

La fuga dall'ospedale

Secondo quanto riportato da Varese News, la giovane era sparita nel pomeriggio di sabato dall’ospedale di Cittiglio dove era ricoverata al reparto di psichiatria. Un fatto che aveva preoccupato non poco i genitori della ragazza che nonostante la maggiore età, 21 anni, sembra soffrisse da tempo di problemi psichici, tanto da obbligare i familiari della giovane a rivolgersi ai carabinieri di Besozzo per denunciarne l’allontanamento volontario. Note di rintraccio diramate, controlli alle stazioni. E, soprattutto, l’allarme lanciato sui social dai parenti: «Aiutateci a trovarla».

L'appello disperato

«Aiutatemi a cercare mia figlia Giada», è l'appello pieno di apprensione lanciato da mamma Tatiana, in mattinata. Preoccupata che alla figlia potesse essere successo qualcosa. Dopo aver sporto denuncia presso i carabinieri di Besozzo, le ricerche sono subito iniziate, ma la madre ha voluto lanciare un appello a tutto il paese di Cittiglio e all'hinterland di Varese. La giovane, secondo quanto ricostruito, sarebbe scappata sabato 6 agosto dal reparto di Psichiatria dell’ospedale Causa Pia Luvini di Cittiglio, dove era ricoverata. Di lei si sono perse le tracce. E la famiglia e gli amici, nel tentativo di ritrovarla, hanno diffuso appelli social.

 

La triste notizia: ipotesi suicidio

La corsa contro il tempo per ritrovarla, però, non sarebbe servita. Questa mattina, domenica 7 agosto, il titolare di un B&B di Varese, allarmato dalla somiglianza della ragazza con la cliente ospitata nel suo affittacamere, ha bussato alla porta senza ricevere risposta. All'arrivo dei soccorsi e delle forze dell'ordine, per Giada non c'era più niente da fare. Stando ai primi accertamenti, si esclude la morte violenta: nessun segno visibile di percosse sono state ritrovate sul suo corpo privo di vita. La ragazza potrebbe essere morta per un malore o, forse più probabile, per un gesto volontario. Sarà, comunque, l'autopsia a sciogliere ogni dubbio e a sancire se Giada abbia voluto uccidersi. 

Ultimo aggiornamento: 17:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA