Variante Omicron, volo Fiumicino-Alghero: un positivo dal Sudafrica, 130 in quarantena

Mercoledì 1 Dicembre 2021
Variante Omicron, volo Fiumicino-Alghero: un positivo dal Sudafrica, 130 in quarantena

Su due aerei, uno atterrato a Fiumicino e l’altro decollato sempre dallo scalo romano, c’era un passeggero positivo appena rientrato dal Sudafrica. Il sospetto che possa essere stato contagiato dalla variante Omicron è forte, anche se il sequenziamento è in corso in queste ore. La cosa anomala è che i 130 passeggeri del secondo volo - tra Fiumicino e Alghero - sono già tutti in quarantena, quelli del primo - tra Amsterdam e Fiumicino - a quanto risultava ieri, no.

Tra i viaggiatori del volo Fiumicino-Alghero ora in quarantena anche alcuni calciatori della squadra di Serie D della Torres. Spiega dalla Sardegna l’assessore alla Salute, Mario Nieddu: «Il giovane, appena arrivato ad Alghero, si era messo in isolamento. Purtroppo l’ipotesi che si tratti di variante Omicron è concreta visto che è rientrato dal Sudafrica». A risultare positivo dopo il rientro da Johannesburg è un rugbista dell’Amatori Alghero, la squadra della città dov’è nato, e ha 28 anni. Era andato in Sudafrica con una selezione della Catalogna, regione con la quale la città sarda ha forti connessioni. Racconta l’ex azzurro Gino Troiani, già team manager della nazionale e ora dell’Amatori Alghero(serie A, di fatto la seconda serie in Italia, dilettanti, ndr): «Il trequarti è rientrato fra sabato e domenica dal Sudafrica dove era andato a giocare un torneo quadrangolare con una selezione catalana composta in gran parte da giovani di Barcellona. Dovevano giocare quattro partite e hanno fatto in tempo a disputarne tre. Quando hanno cancellato la quarta, la selezione è tornata subito in Europa con uno degli ultimi voli di linea prima dello stop. All’atterraggio a Fiumicino ha fatto un primo tampone che è risultato negativo. Arrivato a casa si è messo in isolamento fiduciario. Ieri, come gli era stato consigliato, ha fatto il secondo che è risultato positivo, sia pure con una scarsa carica virale. È vaccinato e asintomatico. Continua quindi l’isolamento». 
 

No vax, Facebook rimuove rete di account italiani per «molestie di massa»

Vaccino ai bambini, dosi in arrivo dal 13 dicembre: chi può fare le due iniezioni? Coinvolti pediatri e farmacie

 

Ultimo volo

Ovviamente non si può escludere che il giovane rugbista non sia stato contagiato in Sudafrica, ma in Italia, però i timori che la variante Omicron abbia viaggiato per la seconda volta, dopo il primo caso del manager di Caserta sono solidi. Come ha fatto il rugbista a raggiungere l’Italia, con normali voli di linea, nonostante il blocco disposto il 26 novembre dal ministro Speranza per gli arrivi da sette stati africani? Probabilmente il volo tra Johannesburg e Amsterdam è precedente al blocco disposto anche in Olanda. Sabato, quando ha raggiuno Roma, era un normale passeggero che volava all’interno dei confini dell’Unione europea.
 

Ricapitolando: il giovane rugbista di Alghero va in Sudafrica con un team catalano. Quando parte quello è un Paese con una bassissima circolazione del virus e nulla fa presagire che si troverà, successivamente, al centro di una nuova crisi causata dalla rapida diffusione di una variante. A metà della settimana scorsa il torneo viene interrotto e decide di tornare a casa. Non esistono voli diretti, prende un intercontinentale verso l’Olanda. Prima di partire, seguendo le regole, si sottopone a un tampone che risulta negativo. Ad Amsterdam seconda tappa: da Schiphol a Fiumicino, altre due ore e mezzo di viaggio. A Roma, per prudenza, prima di prendere l’aereo che lo porterà ad Alghero, nuovo tampone rapido. Anche questo è negativo. Dopo di che, si imbarca sull’Airbus 320 di Volotea, compagnia low cost spagnola a cui sono stati assegnati i voli di continuità territoriale della Sardegna. L’aereo non è pieno, ma comunque i passeggeri sono molti, 130.

Il giovane atleta non ha alcun sintomo, solo la stanchezza per il lungo viaggio. Ad Alghero nuovo tampone - ieri - ed ecco la brutta sorpresa: è positivo. Quando alle autorità sanitarie sarde spiega che è appena tornato dal Sudafrica scatta l’allarme rosso. Tutti i passeggeri del volo da Fiumicino sono in quarantena, per ora nulla è ancora stato fatto per l’altra tratta, Amsterdam-Roma. «Come stabilito dal nuovo protocollo, appena è stata confermata la positività del passeggero arrivato dall’estero, è scattato il tracciamento e le misure preventive non solo per i passeggeri che hanno viaggiato al suo fianco, ma per tutte le persone che si trovavano su quel volo», spiega il responsabile del Dipartimento prevenzione Nord dell’Ats Sardegna, Francesco Sgarangella.

 

 

 

 

Video

 

 

Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre, 11:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA