Uccide la moglie, getta il cadavere nel fiume e si costituisce ai carabinieri. Tragedia a Chieti: la donna era malata

Domenica 26 Dicembre 2021
Uccide la moglie e la getta nel fiume: femminicidio in provinicia di Chieti

Tragedia di Santo Stefano. Un uomo di 74 anni, Angelo Bernardone di Casalbordino, ha ucciso la convivente di 72 anni di Atessa, Maria Rita Conese e poi ha gettato il cadavere nel fiume Osento, nel Vastese tra Casalbordino e Torino di Sangro, in provincia di Chieti. E' accaduto all'ora di pranzo nel territorio del Comune di  Casalbordino sulla strada Provinciale 216 che da Casalbordino conduce ad Atessa. Il pensionato ha ammesso di aver spinto la moglie dal ponte nel corso di un diverbio.

Chieti, uccide la moglie e getta il cadavere nel fiume: il recupero del corpo

L'episodio è avvenuto all'altezza del ponte che sovrasta il fiume Osento. L'uomo avrebbe effettuato tale gesto poiché non era più in grado di sopportare la moglie da tempo malata di  Alzheimer.

Bassano del Grappa, cadavere di una donna trovato in un camper: «Colpita con violenza sulla fronte»

 

Uccide la moglie, getta il cadavere nel fiume e si costituisce

Indagano i carabinieri di Casalbordino e di Ortona, guidati dal capitano Grella. Sul posto è intervenuta anche l'ambulanza del 118 e l'elicottero, ma il cadavere della donna era già nel fiume. Il corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco. L'uomo si è costituito ai carabinieri e ha indicato il luogo dove aveva ucciso la moglie.

Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA