Venezia, blitz No Global all'alba: occupato il red carpet della Mostra del Cinema

di Alda Vanzan

LIDO DI VENEZIA - Attivisti No Global e "No Grandi Navi" provenienti  da tutta Europa hanno occupato stamani all'alba il Red Carpet della 76° mostra del Cinema al Lido di Venezia. Il blitz è avvenuto a partire dalle 5 di questa mattina. Già dalle 8 ci sono state  aggregazioni spontanee di simpatizzanti e altri visitatori: le fila dei manifestanti si sono così ingrossate. Si tratta di oltre 500 persone.
 


«In un giorno in cui gli occhi del mondo sono puntati sulla mondanità veneziana - scrivono in una nota -  gli attivisti qui al Lido per il Venice Climate Camp hanno deciso di occupare fisicamente il red carpet per ricordare a tutte e tutti che il cambiamento climatico non è un soggetto da film di fantascienza, ma è la realtà che stiamo già vivendo, una spirale che il capitalismo estrattivo ha innescato e non vuole fermare».

Non si segnalano incidenti o feriti.

LA CRONOLOGIA DEL BLITZ - I primi 300 attivisti sono partiti prima dell'alba dal Camp e alle 5, era ancora buio, hanno occupato il red carpet. Hanno indossato le tute bianche, attaccato cartelli e striscioni. Due ore dopo, alle 7, sono arrivati altri 200 ragazzi. L'occupazione ha l'obiettivo di sensibilizzare sul clima, vogliono che la Mostra del cinema prenda posizione

 
 


«Chiederemo agli artisti e alle artiste che  sfileranno qui al Lido di unirsi a noi, di attraversare il red carpet unendo le proprie voci alle nostre» conclude la nota dei No Global.

++ IN AGGIORNAMENTO ++ 
Sabato 7 Settembre 2019, 08:50 - Ultimo aggiornamento: 07-09-2019 18:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP