Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Viridiana Rotondi, morta la runner travolta dal suv pirata: aveva 47 anni

Mercoledì 1 Giugno 2022
Viridiana Rotondi

Non ce l’ha fatta Viridiana Rotondi la runner 47enne di Roma travolta da un suv domenica mattina a Cori, in provincia di Latina. Troppo gravi le ferite riportate nell’impatto. La notizia della morte è arrivata dall’ospedale Santa Maria Goretti di Latina dove era ricoverata dopo essere stata investita da un’auto pirata in via Madonna delle Grazie mentre faceva la consueta corsa all’alba. L’uomo al volante della Nissan Qashqai che non si era fermato a prestare soccorso, un 35enne residente a Cori, è stato poi rintracciato e denunciato per lesioni gravi e omissione di soccorso. Un quadro accusatorio che ora potrebbe cambiare dopo che è stato dichiarato il decesso della 47enne.

Leggi anche > Roma, si ribalta con l'auto: morta 35enne, grave la figlia di 15 anni

I tanti messaggi di auguri e speranza che sono arrivati nelle ore successive all’incidente, ora lasciano il posto al cordoglio e alla tristezza per la morte di Viridiana. Amici e atleti danno l’ultimo saluto a Viri, come veniva chiamata, via social. «Impossibile dimenticarti. Anima bella. Amica nostra. Ciao Viri» scrive la Lazio Olimpia Runners Team di Roma dove era iscritta. Di recente aveva anche corso la mezza maratona alla Stramilano.

Ultimo aggiornamento: 19:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA