Fregene, sessanta giovani si danno appuntamento su Whatsapp per una rissa

Domenica 14 Novembre 2021 di Umberto Serenelli
Il luogo che era stato scelto per picchiarsi e regolare i conti

Sventata dai carabinieri una mega rissa tra giovanissimi nel parcheggio in via Siliqua ad Aranova. Una sessantina di minorenni, tra loro anche molte ragazze, si sono dati appuntamento su whatsapp, in un piazzale davanti alla Farmacia Nuova lungo la via Aurelia. Tutto è partito da uno screzio di natura sentimentale che aveva visto protagonisti due ragazzi. Uno appartenente alla comitiva dalla zona romana del Quartaccio e l’altro a quella del Comune costiero di Fregene e Aranova. L’insolita massiccia presenza di giovanissimi, in un punto isolato e tranquillo della cittadina, ha subito catalizzato le attenzioni dei residenti che hanno allarmato immediatamente i militari della stazione di Torrimpietra, comandata da Carlo Barresi. Mentre aumentava l’assembramento e stavano per iniziare le prime schermaglie, sul posto sono arrivati, a sirene spiegate, gli uomini dell’Arma della stazione Torrimpietra ai quali hanno dato poi supporto i colleghi della Compagnia Cassia. Alla vista dei 10 equipaggi dei militari, i gruppi si sono dileguati a bordo di scooter gettando in strada dei rudimentali bastoni rinvenuti poi da un successivo sopralluogo dagli investigatori.

Movida violenta a Trastevere, presi due baby rapinatori: picchiavano e derubavano coetanei

Molti, invece, si sono allontanati, alla vista dei lampeggianti, inoltrandosi nella vicina boscaglia per evitare i controlli messi subito in atto per cercare di capire cosa stesse accadendo e il perché della massiccia presenza di adolescenti in punto così isolato di Aranova. Lo scontro era solo rimandato perché le due fazioni hanno poi raggiunto il parcheggio del centro commerciale “La tartaruga”, sulla centrale via Michele Rosi, dove stava per riaccendersi la rissa. I carabinieri dopo aver seguito gli spostamenti, hanno stretto la rete dei controlli. E così sono stati identificati 34 minorenni e 2 maggiorenni. L’operazione è stata coordinata dalla Compagnia di Civitavecchia, guidata dal capitano Mattia Bologna, la cui tempestività ha senz’altro scongiurato che accadesse il peggio, evitando il conflitto passionale tra le due fazioni, reso incandescente dai messaggini sul web tra i due gruppi di ragazzini. La Compagnia di Civitavecchia segnala che per fortuna non sono stati registrati feriti in ordine all’accaduto e neppure segnalati danneggiamenti nella zona. Non solo, i militari sottolineano l’importanza delle segnalazioni effettuate con responsabilità da parte dei cittadini che da sempre costituiscono un anello di congiunzione estremante fondamentale per il servizio erogato quotidianamente dai carabinieri sul territorio del comune di Fiumicino. 

Ultimo aggiornamento: 17:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA