Bossetti, fischi in carcere dopo la condanna: «Trasferitemi, non voglio impazzire»

Massimo Bossetti
ARTICOLI CORRELATI
3
  • 382
Dopo la sentenza di condanna definitiva all'eergastolo pronunciata ieri dalla Cassazione contro Massimo Bossetti per l'omicidio di Yara Gambirasio nel carcere di Bergamo si sono sentiti fischi e grida. A documentarlo le telecamere di Quarto Grado su Retequattro che ieri sera erano all'esterno del carcere. Tra le grida, si sentono anche quelle di un detenuto che dice «giustizia» e le immagini mostrano, a un certo punto, un oggetto, posto all'esterno di una cella, a cui è stato dato fuoco.
 

«Vorrei essere trasferito in un penitenziario dove poter lavorare. Per non impazzire chiedo di poter essere utile, di lavorare. Oggi non ho più nulla, mi resta il pensiero dei miei figli e della mia famiglia», ha detto Bossetti dopo la sentenza secondo quanto riferisce Quarto Grado. Dopo il verdetto giunto nella tarda serata di ieri Bossetti avrebbe trascorso la notte insonne e piangendo. Avrebbe inoltre incontrato il cappellano del carcere, e anche la moglie.


 
Sabato 13 Ottobre 2018, 16:44 - Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre, 13:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-10-15 17:59:17
Vorrei poi sperare, ma davvero che il no alla verifica delle prove in ambiente protetto, che la confessione (nero su bianco) dei carabinieri che il furgone è compatibile ma non il suo necessariamente, e che la satrana storia delle ventimila analisi del dna compresi tutti i morti del cimitero (cosa mai sentita in vita mia neanche per le morti di bambini più crudele e che qua sembra sia stata fatta sapendo poi di trovare qualcosa!sic!) non siano davvero elementi che avrebbero dimostrato la sua innocenza!Lo spero!Ora va protetto non condannato da altri detenuti la cui statura morale, se si trovano lì è davvero deprimente!Evitiamo altri casi Cucchi!Asmdoeo
2018-10-15 08:50:10
La Franzoni ha ucciso un figlio e gli consentono la libertà e di fare nuovamente la mamma. Vorrrei sapere a chi appartiene e chi ha come avvocato
2018-10-13 18:29:00
La mamma e il papà fi Yara piangono da otto anni tutte le notti.

QUICKMAP