Aborto, Corte suprema Usa voterà per abolire il diritto. No di Biden: «Esiste da 50 anni, non sia ribaltato»

Martedì 3 Maggio 2022
Aborto, Corte suprema Usa voterà per abolire il diritto (sancito dalla legge del 1973)

La Corte suprema intende votare per annullare la legge del 1973 che garantisce il diritto all'aborto negli Stati Uniti. Lo rivela Politico, che ha ottenuto in esclusiva una bozza scritta dal giudice Samuel Alito sul parere della maggioranza dei saggi (cinque dei nove giudici). Il documento è un ripudio «totale e fermo» della storica sentenza Roe vs Wade.

 

Biden: «Diritto donne è fondamentale»

Una notizia che ha richiamato davanti alla Suprema Corte molti attivisti e che sta suscitando un fortissimo dibattito. Si espresso contro l'abolizione del diritto all'aborto anche il presidente Joe Biden. «Credo che il diritto della donna a scegliere sia fondamentale, la Roe è stata una legge del paese per quasi 50 anni, la correttezza di base e la stabilità della nostra legge richiedono che non sia ribaltata», ha detto Biden in una nota della Casa Bianca. «Se la Corte suprema ribalterà la sentenza Roe v. Wade, spetterà ai nostri dirigenti eletti a tutti i livelli di governo proteggere il diritto della donna a scegliere e spetterà agli elettori eleggere dirigenti pro scelta in novembre alle elezioni di Midterm». Biden invita a eleggere parlamentari pro scelta che codifichino la sentenza, impegnandosi a promulgarla in legge.

 

 

 

Aborto, in Oklahoma è reato: firmata la legge, pena fino a 10 anni di carcere e centomila dollari di multa

 

Aborto, Corte suprema Usa voterà per abolire il diritto

«Riteniamo che 'Roe e Casey' debba essere annullata», si legge nella bozza intitolata "Parere della Corte". «E' tempo di dare ascolto alla Costituzione e restituire la questione dell'aborto ai rappresentanti eletti del popolo», si legge ancora nel documento.

 

La bozza

La bozza non è ufficiale ma autentica. È uno scoop di Politico. Il presidente della Corte suprema John Roberts ha avviato indagini sulla fuga di notizie, senza precedenti. La bozza è stata redatta a febbraio, riferiscono fonti informate a Politico. I quattro giudici nominati dai repubblicani - Clarence Thomas, Neil Gorsuch, Brett Kavanaugh e Amy Coney Barrett - hanno votato con Alito, anche lui nominato da un presidente del Gran Old Party, George W. Bush, nel 2005, per abolire il diritto all'aborto. I tre giudici democratici Stephen Breyer, Sonia Sotomayor e Elena Kagan stanno lavorando aduna contro-bozza, riferiscono le fonti. Non è chiaro come si schiererà il presidente della Corte suprema John Roberts, nominato sempre da Bush nel 2006 e che è considerato un moderato.

«Anche se autentico, il documento riportato non rappresenta una decisione della Corte o la sua posizione finale e quella definitiva dei suoi membri sul caso», si legge in una nota dei giudici americani. In seguito alla pubblicazione della bozza si sono moltiplicate le richieste alla Corte Suprema per una decisione sulla Roe v. Wade, la storica sentenza del 1973 che ha legalizzato l' aborto negli Stati Uniti. Non è però chiaro se i saggi cederanno alle pressioni. I democratici intanto affilano le armi e in Congresso si preparano alla battaglia con il leader dei liberal in Senato, Chuck Schumer, che si impegna a convocare un voto sull' aborto.

 

Ultimo aggiornamento: 19:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA