Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Accoltella il marito con 85 coltellate: «Non pensavo fosse morto»

Martedì 10 Maggio 2022 di Marta Ferraro
Accoltella il marito con 85 coltellate: «Non pensavo fosse morto»

Una donna portoghese, Rosa Marta ha confessato al Tribunale di Aveiro, di aver aggredito il marito, nell'agosto 2021, con un coltello e un rastrello, ma ha assicurato di non essersi accorta della sua morte, quando lo ha lasciato sul pavimento dell'appartamento dove vivevano. L'imputata deve risponde del reato di omicidio aggravato. Secondo l'accusa, la vittima, Miguel Gomes, 60 anni, è stato ucciso con 85 coltellate alla testa, al collo, al tronco e agli arti superiori.

Come riporta JN, alla giuria, l'imputata ha detto che, il giorno dell'omicidio, lei e il marito sono usciti a mangiare fuori e a vedere una partita di calcio in un bar. Al rientro a casa, lui ha iniziato una discussione e le avrebbe tirato i capelli. Successivamente, sarebbe diventato ancora più violento quando ha sentito che lei lo avrebbe lasciato. «Lui si è arrabbiato e mi ha pugnalato», ha affermato la donna, spiegando che ha minacciato di «ucciderla». «Ho visto del sangue ed ero sconcertata», ha aggiunto. L'imputata ha ammesso di aver attaccato la vittima con un coltello e un rastrello, ma ha aggiunto di non ricordare i dettagli. 

Il giorno successivo alla discussione, l'imputata ha lasciato la casa ed è andata a comprare del tabacco e solo allora si sarebbe accorta che il marito era morto. Ha inviato un messaggio a una suora, che ha allertato le autorità. Il corpo è stato scoperto nel tardo pomeriggio, quando i vigili del fuoco sono arrivati ​​all'appartamento.

Quella non era la prima discussione tra la coppia ed era già in corso una causa per violenza domestica. Rosa Marta, un'ex assistente scolastica, ha riferito che suo marito, un ex autista di autobus, aveva problemi di alcool e di gioco d'azzardo e stava cercando di curare la depressione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA