Afghanistan, attacco al convoglio del vicepresidente Saleh: 4 morti, lui è illeso

Mercoledì 9 Settembre 2020
Afghanistan, attacco al convoglio del vicepresidente Saleh: 4 morti, lui è illeso

Ci sono almeno quattro morti nell'esplosione avvenuta stamani nel centro di Kabul che ha preso di mira il convoglio del vice presidente afghano Amrullah Saleh, rimasto illeso. Lo riferiscono le autorità. Secondo quanto ha detto uno dei collaboratori di Saleh, una bomba è stata fatta esplodere al passaggio del convoglio che aveva lasciava la casa di Saleh ed era diretto in ufficio.

Quattro i cadaveri rinvenuti sul posto, ha riferito il portavoce del ministero della Sanità, Akmal Samsur, anche se le informazioni iniziali fornite dalla polizia parlavano di due morti. Il vicepresidente, che spesso ha criticato apertamente i talebani, era sopravvissuto ad un attentato avvenuto lo scorso anno, poco prima delle elezioni presidenziali, in cui erano morte 20 persone e altre 50 erano rimaste ferite. 

Il numero delle vittime nell'attacco al convoglio del vicepresidente afghano Amrullah Saleh, nel nord est di Kabul, potrebbe aumentare perché l'ordigno artigianale ha innescato una reazione a catena, incendiando le bombole di alcuni esercizi commerciali e colpendo sia i negozi che gli appartamenti vicini alla zona. Lo riferisce Emergency in una nota. L'ospedale di Emergency si trova a un chilometro dal luogo dell'esplosione e ha ricevuto 18 pazienti, di cui tre erano già morti al loro arrivo. Il ministero dell'Interno afgano per ora ha confermato la morte di 10 persone e il ferimento di altre 16. Emergency è presente a Kabul dal 2001 con un centro chirurgico che offre cure alle vittime della guerra. Nei primi sei mesi del 2020 ha ammesso 1.026 feriti di guerra.

Ultimo aggiornamento: 12:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA