Amelia Earhart, identificati i resti della leggendaria pilota: credevano fosse un uomo

Amelia Earhart, identificati i resti della leggendaria pilota: credevano fosse un uomo
ARTICOLI CORRELATI
Una nuova analisi pubblicata sulla rivista Forensic Anthropology ha stabilito che i resti trovati nel 1940 su una remota isola dell'Oceano Pacifico appartengono ad Amelia Earhart, la leggendaria pilota americana scomparsa nel 1937 mentre volava sopra il Pacifico. La ricerca è stata condotta da Richard Jantz, del Centro di Antropologia Forense all'Università del Tennessee, che ha riesaminato le misurazioni fatte nel 1940: all'epoca i resti erano stati attribuiti ad un uomo.



Jantz ha usato il programma informatico Fordisc per stabilire sesso, età e statura partendo da misurazioni dei resti ossei: le analisi hanno rivelato che la somiglianza con Amelia Earhart era maggiore rispetto al 99% di individui in un largo campione di riferimento. Jantz ha ottenuto la lunghezza delle ossa della pilota a partire da fotografie e dai suoi vestiti. Il ricercatore ha concluso che «la spiegazione più convincente è che i resti siano quelli della Earhart». 

Giovedì 8 Marzo 2018, 12:02 - Ultimo aggiornamento: 08-03-2018 20:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP