Shoah, online oltre 13 milioni di documenti provenienti dai campi di sterminio nazisti

ARTICOLI CORRELATI
L'obiettivo è quello di cercare notizie sul destino delle vittime, aiutando ricercatori e famiglie a ricostruire il destino degli scomparsi durante l'Olocausto. Così il Servizio internazionale di Tracciamento (Its), istituito dagli Alleati alla fine della guerra, formato da 11 Stati e amministrato dalla Croce Rossa Internazionale, ha caricato online oltre 13 milioni di documenti provenienti da campi di concentramento nazisti, tra cui schede di prigionieri e certificati di morte.

Il servizio che adesso ha cambiato il nome in «Arolsen Archives - International Center on Nazi Persecution», con sede a Bad Arolsen, in Germania, opera grazie al contributo dello Yad Vashem, il museo della Shoah di Gerusalemme. Nelle stanze dell'ex caserma delle SS di Bad Arolsen è custodito quello che viene definito l'archivio della Shoah, il registro più completo dell'ossessione nazista di documentare e catalogare ogni singolo aspetto dello sterminio. Il centro di documentazioneè organizzato in quattro sezioni: Prigionieri, Lavoratori forzati, Dispersi e Bambini.
Martedì 21 Maggio 2019, 15:21 - Ultimo aggiornamento: 21-05-2019 15:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-05-21 15:58:39
ma parliamo di problemi odierni eccheppalle
2019-05-21 22:04:09
giustammente la scioà è stata un'invenzione dei communisti!!!!!!!
2019-05-22 14:27:09
no ma ci sono orrori più vicino a noi (in maniera temporale) come il genocidio in Bosnia o il genocidio in Rwuanda del 1994 dove sono morti oltre 1.000.000 di persone vere. Ma tantè che gli ebrei cianno i sordi e si parla sempre e solo di loro. eccheppalle

QUICKMAP