Australia, boom di frodi nella pandemia: persi 550 milioni di euro in un anno

Lunedì 7 Giugno 2021
Australia, boom di frodi nella pandemia: persi 550 milioni di euro in un anno

La pandemia in Australia ha dato il via a un boom di frodi e truffe da 851 milioni di dollari locali, circa 551 milioni di euro. Un balzo incredibile del 39% in più nel 2020 rispetto al 2019 dovuto principalmente alla crisi economica che ha spinto i truffatori ad approfittarsene e a raggirare le proprie vittime: «Nell'ultimo anno le vittime di frodi hanno denunciato le maggiori perdite mai registrate, ma il peggio è che le perdite reali sono ancora più alte poiché molti non sporgono denuncia», scrive la vice presidente dell'Accc, Delia Rickard, nel rapporto dell'ente di sorveglianza Australian Competition and Consumer Commission (Accc) presentato oggi.

«Purtroppo i truffatori continuano a diventare sempre più sofisticati e approfittano di persone di ogni strato sociale durante questa crisi», aggiunge. I raggiri finanziari registrano le maggiori perdite con 328 milioni di dollari. Il rapporto compila dati raccolti da agenzie governative, oltre a 10 tra banche e intermediari finanziari, e si basa su quasi 450 mila denunce.

Ultimo aggiornamento: 8 Giugno, 09:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA