Auto sulla folla a Berlino, per i media: «4 morti, anche un neonato»

Auto sulla folla a Berlino, la stampa tedesca: «4 morti»
0
  • 194
Dramma a Berlino, nella zona di Mitte. Un'auto, un Suv Porsche, piomba a tutta velocità sul marciapiede nel centro della capitale tedesca, falcidiando 4 passanti e Berlino torna a tremare per la paura di un attentato. È quanto successo intorno alle 19 nel centralissimo quartiere di Mitte: il suv Porsche ha invaso il selciato travolgendo numerose persone, lasciando a terra quattro morti tra cui un neonato, e tre feriti. Nessun attacco terroristico stavolta, a quanto pare. La polizia presume al momento che si tratti 'solo' di 'un grave incidente', riferisce la testata tedesca Bild. Il guidatore avrebbe perso il controllo dell'auto a causa dell'alta velocità e per questo si sarebbe andato a schiantare contro il marciapiede. Questa è al momento l'ipotesi più accreditata.

Leggi anche: -> Texas, spara sulla folla all'auto in corsa: 7 morti e 20 feriti, ucciso


La strada invasa dai mezzi di soccorso

«Ipotizziamo un incidente stradale. Il conducente sembra essersi allontanato dalla strada ed essere salito sul marciapiede» riferisce un portavoce della polizia. «Una scena orrenda»: così ha definito il teatro dell'incidente il portavoce della polizia, descrivendo il sangue sparso tra le vittime e i pezzi di auto divelti che si sono trovati di fronte i soccorritori. Accanto all'uomo al volante, rimasto gravemente ferito nell'impatto, nell'auto impazzita c'erano anche una donna e un bambino di sei anni. Nell'incidente hanno perso la vita un neonato che passeggiava con la nonna, uccisa anche lei, e altre due persone la cui identità non è stata ancora accertata. La madre del piccolo, il conducente del veicolo e una terza persona sono rimasti feriti. Sul posto sono accorse almeno 40 unità di intervento, tra vigili del fuoco e forze dell'ordine.
 
 
 

   


L'incidente è avvenuto all'angolo tra Invalidenstrasse e Ackerstrasse, in una zona centrale e molto affollata della città, che è stata immediatamente chiusa al traffico. La centralità del luogo della disgrazia ha fatto pensare in un primo momento ad un nuovo episodio di terrorismo, come quello verificatosi al mercatino di Natale nel dicembre 2016, quando il tunisino Anis Amri diresse deliberatamente il suo tir verso la folla nella piazza antistante la Gedaechtniskirche, nel cuore di Berlino ovest, provocando 12 morti. Diverso il caso dell'episodio di oggi, per cui le forze dell'ordine escludono al momento ogni ipotesi di attentato terroristico.
Venerdì 6 Settembre 2019, 20:49 - Ultimo aggiornamento: 7 Settembre, 13:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP