Babysitter abusa di un 13enne e dopo 3 anni scopre che è il padre di suo figlio, condannata

Venerdì 3 Aprile 2020 di Alessia Strinati
Abusa di un ragazzo di 13 anni e dopo mesi scopre che è il padre di suo figlio. Leah Cordice, 20 anni, è stata condannata per atti sessuali con minore dopo aver abusato di un adolescente al quale faceva da babysitter e dal quale avrebbe anche avuto un figlio. 

I fatti risalgono al 2017 a Windsor, nel Regno Unito, ma solo di recente sono venuti a galla, ovvero quando si è scoperto che il bambino della 20enne non era del compagno ma del minore. Il ragazzo ha raccontato di essere stato vittima della babysitter che avrebbe più volte approfittato di lui durante l'assenza dei genitori in casa. Quando Leah ha scoperto di essere incinta lo ha detto al suo compagno e i due, data la situazione hanno deciso di sposarsi.

Quando però il 13enne ha raccontato cosa era successo alla madre la donna ha voluto che venisse fatto un test del DNA che di fatto ha dimostrato la paternità della vittima degli abusi. La 20enne è stata così prima arrestata e ora condannata in maniera definitiva anche se si attende di conoscere la sentenza. Il compagno della giovane madre ha però chiarito di non voler rinunciare all'essere padre del bimbo e alla sua famiglia. 
  Ultimo aggiornamento: 17:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA