Bambini ucraini «vanno bruciati e annegati»: tv russa rimuove anchorman dopo frasi choc (poi le scuse)

Bambini ucraini «vanno bruciati e annegati»: tv russa rimuove anchorman dopo frasi choc (poi le scuse)
Lunedì 24 Ottobre 2022, 10:32 - Ultimo agg. 19:45
3 Minuti di Lettura

I bambini ucraini? «Andrebbero annegati o bruciati». Anche in tempi di guerra la crudeltà ha un limite. Anche la violenza verbale. Soprattutto - ma non solo - se riguarda i bambini. E soprattutto se è fatta attraverso i media. E così anche Mosca mette un freno all'escalation e la tv russa RT (ex Russia Today) ha sospeso l'anchorman Anton Krasovsky in seguito alle sue dichiarazioni che incitavano alla violenza contro la popolazione ucraina.

Putin, ospedali sotterranei e coscrizione anche per le donne: lo Zar si prepara alla guerra con la Nato?

SOSPESO DOPO LE FRASI SUI BAMBINI

Lo ha reso noto su Twitter la capo redattrice dell'emittente, Margarita Simonyan. Ieri il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, aveva esortato i governi a bandire l'emittente accompagnando la richiesta con un estratto di una trasmissione in cui si incita alla violenza contro gli ucraini. Krasovsky, aveva fatto notare Kuleba ritwittando un post del Russian media monitor, suggerisce di «annegare o bruciare bambini ucraini, fa commenti orribili sugli stupri dei soldati russi, dice che l'Ucraina non dovrebbe esistere e che gli ucraini che resistono alla Russia dovrebbero essere fucilati». «Per ora sto interrompendo la nostra collaborazione...», ha scritto Simonyan: «La dichiarazione di Anton Krasovsky è selvaggia e disgustosa. Forse Anton spiegherà quale follia temporanea ha causato» queste parole.

TWITTER OSCURA OCCOUNT

L'account Twitter di Rt (nuova denominazione della Tv Russia Today) è stato poi oscurato in seguito a un ricorso legale.

LE SCUSA

Si è scusato l'anchorman della tv russa RT (ex Russia Today), Anton Krasovsky, sospeso oggi per avere incitato alla violenza contro la popolazione ucraina: Krasovsky, riporta il Guardian, si è detto «molto imbarazzato» per essersi lasciato «trasportare» dai suoi commenti. «Beh, succede. Sei in onda, ti lasci trasportare e non riesci a fermarti. Chiedo perdono a tutti coloro che sono rimasti stupiti da ciò», ha affermato Krasovsky. L'anchorman aveva detto tra l'altro che i bambini ucraini che si oppongono alla Russia dovrebbero essere annegati o bruciati. Dichiarazioni, queste, che avevano suscitato ieri una dura reazione da parte del ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA