Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bimbo di 6 anni prende la pistola del padre e uccide la sorellina di 5 anni, denunciati i genitori

Giovedì 28 Luglio 2022 di Alessia Strinati
Bimbo di 6 anni prende la pistola del padre e uccide la sorellina di 5 anni, denunciati i genitori

Un bambino di 6 anni ha sparato e ucciso la sorellina di 5. Il piccolo avrebbe trovato la pistola incustodita in casa e avrebbe iniziato a giocarci. L'arma però era carica e ha sparato un colpo contro la sorella di 5 anni uccidendola nella loro casa a Muncie, in Indiana, Stati Uniti.

Leggi anche > Respinge un compagno di università e lui la uccide, il giudice chiede l'esecuzione dell'assassino in diretta tv

Leggi anche > La mamma discute con un'altra donna: bimba di 10 anni prende la pistola, spara e la uccide

A chiamare i soccorsi sono stati gli stessi genitori dopo essersi resi conto di quello che era accaduto. Quando i paramedici sono arrivati sul posto hanno trovato la piccola a terra con una ferita di arma da fuoco alla testa e la bimba è stata immediatamente trasferita all'IU Health Ball Memorial Hospital, dove però i medici non hanno potuto fare altro che dichiarare il decesso.

La polizia intanto ha denunciato i genitori dei due bambini, per negligenza, proprio perché l'arma non sarebbe dovuta essere carica e doveva trovarsi in un posto ben custodito. Intanto il padre, il 28enne Jacob Greyson, ha riferito che il figlio di 6 anni ha preso una delle due pistole cariche custodite all'interno di una cassaforte e ha sparato alla sorellina. Il piccolo ha confermato questa versione dicendo di sapere dove erano le armi e di aver trovato la chiave in camera dei genitori.

Pare però che il padre avesse in passato portato il figlio al poligono per insegnargli a sparare. Come aggravante c'è la condizione in cui si trovavano i bambini, la polizia ha riferito che all'interno della casa era presente spazzatura, feci di animali e un gran disordine, un amiente non considerato idoneo per crescere due bambini piccoli.

Ultimo aggiornamento: 18:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA