Febbre alta, 42enne pensa sia influenza ma è il batterio killer: arti amputati e viso sfigurato

L'inglese di 42 anni, aveva contratto il batterio dello streptococco A

Febbre alta, 42enne pensa sia influenza ma è il batterio killer: arti amputati e viso sfigurato
Febbre alta, 42enne pensa sia influenza ma è il batterio killer: arti amputati e viso sfigurato
Martedì 6 Dicembre 2022, 18:30
3 Minuti di Lettura

È cominciato tutto con una semplice influenza: la solita febbre stagionale. Così pensava anche Alex Lewis, inglese di 42 anni, che credeva di aver contratto il classico malanno autunnale. Nel novembre del 2013 invece, la sua vita cambiò tragicamente: ora, purtroppo ha il viso sfigurato e non ha più gli arti.  

Quando ad Alex venne la febbre, non si preoccupò più di tanto: era novembre e i malanni di stagione, come il raffreddore o il mal di gola, sono all'ordine del giorno. Quando però, la temperatura cominciò a salire in modo smisurato (e a non abbassarsi con nessuna medicina), la famiglia di Alex comincò a preoccuparsi seriamente. 

L'uomo, nonostante i farmaci, rimase in agonia per 10 giorni. Quando la febbre si placò e lui si risvegliò, si accorse che la sua pelle era diventata viola: era in corso un'infezione gravissima. L'ennesima corsa in ospedale fu inutile: ad Alex furono amputati gli arti e gli venne ricostruita parte del viso, rimasto sfigurato dal batterio killer: lo Streptococco A.  

Video

Alex si accorse troppo tardi di ciò che stava avvenendo all'interrno del suo organismo e purtroppo sottovalutò i sintomi. Il batterio, se preso in ritardo, può portare a conseguenze gravissime come nel caso del 42enne inglese. Per questo motivo, Alex si è appellato a tutti i genitori di bambini piccoli: «Se prendono l'influenza, non sottovalutatela mai ma fate fare tutti i controlli del caso. Evitate ai vostri figli ciò che è successo a me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA