Bebe Vio ospite di Von der Leyen al Parlamento Ue, lungo applauso: «Sono orgogliosa»

Mercoledì 15 Settembre 2021
Bebe Vio ospite al Parlamento Ue. Von der Leyen: «Rischiava di morire, è una leader». Lungo applauso

Ha illuminato la platea di Strasburgo con la sua simpatia, la sua solarità ed il suo sorriso. Una vera standing ovation per Bebe Vio, l'atleta paralimpica ospite inatteso al Parlamento europeo, elogiata dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al termine del suo discorso sullo Stato dell'Unione. La giovane leggenda dello sport, 24 anni, è riuscita a strappare un lungo e caloroso applauso agli eurodeputati presentandosi accanto alla politica tedesca che l'ha definita «una leader, immagine della sua generazione da cui trarre ispirazione» per la sua determinazione. 

 

 

«Ad aprile le avevano detto che rischiava di morire, poi è riuscita a vincere una medaglia olimpica», ha ricordato von der Leyen tessendone le lodi e ricordando il credo della giovane combattente: «Se sembra impossibile, allora può essere fatto». Quindi in italiano la tedesca ha aggiunto: «Allora si può fare. Prendiamo Bebe come esempio di ispirazione, questa è l'anima dell'Europa e del suo futuro», ha chiosato. Grandissima l'emozione per la giovane. L'ovazione del Parlamento europeo «è stata bellissima», ha detto lei, pur ammettendo di essersi «imbarazzata»: «Volevo sotterrarmi. Infatti mi sono avvicinata a Paolo Gentiloni e gli ho detto 'Aiutamì, ma è stato bellissimo», ha raccontato ancora Bebe rivelando le sue emozioni ai giornalisti a Strasburgo. «Anche avere Paolo come compagno di banco è stato divertente».

Bebe Vio: «Quando mi hanno detto di amputare ancora, mi è crollato il mondo addosso»

La campionessa paralimpica si è poi detta «fiera di poter rappresentare» i valori che le ha attribuito von der Leyen: «Avere il supporto di una persona così speciale è veramente qualcosa di bello. La prossima volta però - ha scherzato poi la campionessa paralimpica su Instagram - facciamo da me e ci facciamo una carbonara tranquilli a Trastevere». Elogi anche dal commissario all'Economia che ha posto l'accento sul «finale italiano per il più importante discorso dell'anno» della numero uno di Palazzo Berlaymont.

 

Video

 

E ad accompagnare «l'invitata d'eccezione» nei corridoi dell'Eurocamera c'era anche l'ambasciatore d'Italia presso la Ue Piero Benassi. In un tweet ha definito l'atleta «un simbolo della capacità di resilienza di fronte alle avversità». Non è la prima volta che von der Leyen porta a Strasburgo le sportive italiane. L'anno scorso, durante il suo precedente discorso sullo Stato dell'Unione, lodò infatti Carola e Vittoria, le due ragazze che giocarono a tennis sui tetti dei palazzi di una città ligure durante il lockdown e il cui video fece il giro del mondo. Un esempio da seguire per l'ex ministra della Difesa tedesca, che evidentemente rivela la sua passione ed il suo amore per l'Italia.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 16 Settembre, 12:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA