Bimba di 5 mesi trovata morta sulle coste della Libia dopo un naufragio

Mercoledì 17 Giugno 2020
Bimba di 5 mesi trovata morta sulle coste della Libia dopo un naufragio

Nuovo dramma degli sbarchi. Il corpicino di una bambina di appena 5 mesi è stato trovato questa mattina sulla spiaggia di Sourman in Libia, restituito dal mare dopo il naufragio di alcuni giorni fa a poche miglia da Zawija in cui avevano perso la vita 12 persone. Tra cui, appunto, due bambini. Ne dà notizia Alarm Phone, la piattaforma che offre assistenza telefonica ai migranti nel Mediterraneo: «Tre giorni dopo il naufragio del 13 giugno davanti alle coste di Zawiya, il corpo di una neonata è stato ritrovato sulla spiaggia di Sorman. Mandiamo tanta forza e solidarietà alla famiglia e condanniamo queste infinite uccisioni ai confini d'Europa. Black Lives Matter, anche nel Mediterraneo», scrivono gli attivisti su Twitter.

Migranti, l'Italia pressa la Ue: «Ventimila pronti a partire dalla Libia»

Migranti, barcone con 49 tunisini approda a Lampedusa

Al Hadaf News ha pubblicato la foto del corpicino, ancora avvolto in una tutina con disegnato un coniglietto, condividendo il comunicato della Mezzaluna Rossa, la Croce Rossa dei Paesi arabi, che ricorda come nel naufragio siano morte 12 persone su 30 presenti a bordo del gommone, rovesciatosi a poche miglia dalla costa. 

 

Ultimo aggiornamento: 09:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA