Bimbo di 7 anni muore dopo essere stato lanciato a terra 27 volte durante una lezione di judo

Mercoledì 30 Giugno 2021 di Marta Ferraro
Bimbo di 7 anni muore a causa diverse ferite riportate dopo essere stato lanciato a terra 27 volte durante una lezione di judo

Nella città taiwanese di Taichung, un bambino di 7 anni è morto dopo aver trascorso più di due mesi in coma per i ripetuti colpi subito, essendo stato lanciato con violenza a terra durante una lezione di judo, secondo quanto riporta Taiwan News.

I medici hanno riferito che le ferite del piccolo, Huang, assomigliavano a quelle tipiche di un incidente d'auto e includevano una grave emorragia intracranica. Dopo l'intervento chirurgico il bambino è rimasto in uno stato di morte cerebrale e i medici hanno chiarito che se fosse sopravvissuto con molta probabilità sarebbe rimasto in uno stato vegetativo. Ormai senza speranza, i suoi genitori hanno accettato di ritirargli il supporto vitale.

Video

Il 21 aprile, l'allenatore della scuola di judo frequentata dalla piccola vittima ha ordinato a un allievo di 10 anni di eseguire 20 lanci di spalla con Huang. Dopo diverse mosse, il piccolo ha cominciato a lamentare dolori alle gambe e alla testa, vomitava e tra le lacrime ha chiesto all'istruttore, Ho, di poter interrompere l'allenamento. Tuttavia l'uomo lo ha ignorato, lanciandolo personalmente a terra per altre sette volte.

Alla fine Huang è svenuto e ha smesso di rispondere, quindi l'allenatore ha chiamato un'ambulanza. All'inizio di giugno Ho è stato accusato di lesioni personali, ma dopo la morte del bambino l'accusa potrebbe cambiare e l'uomo potrebbe affrontare una pena detentiva compresa tra i sette anni e l'ergastolo. 

Ultimo aggiornamento: 20:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA