Morto di Covid a 19 anni, si spegne giovane promessa del wrestling. La madre: «Era in salute»

Morto di Covid a 19 anni, si spegne giovane promessa del wrestling. La madre: «Era in salute»
di Nico Riva
Lunedì 23 Novembre 2020, 11:51 - Ultimo agg. 12:41
3 Minuti di Lettura

Il Covid non guarda in faccia nessuno, nemmeno i giovani. Sebbene la malattia sia più letale nei soggetti più anziani, rimane una minaccia per tutte le età. Anche i più giovani possono morire di Coronavirus, come Cameron Wellington, 19enne inglese e giovane promessa del wrestling. 

Leggi anche > Covid, muore bambino di 11 anni. Il papà: «Ricordatelo per l'amore che sapeva trasmettere»

Cameron Wellington, di Walsall (Inghilterra), è risultato positivo al coronavirus lo scorso martedì, dopo suo padre Norman, come riporta il The Sun. Mercoledì, ha detto a sua madre che si sentiva bene, ma 24 ore dopo è morto. La madre, Jane, ha dichiarato che il ragazzo era in buona salute, nonostante un po' sovrappeso, prima di prendere il virus. Le sue condizioni, da una semplice tosse, sono però peggiorate in fretta, così giovedì sono andati in ospedale. Ma i dottori hanno scoperto che i suoi livelli di ossigeno erano crollati. Trasferito in un'altra struttura per un'operazione d'emergenza, Cameron è morto poche ore dopo. 

In soli due giorni, il Covid se l'è preso. Dal tampone al decesso di Cameron Wellington son passate all'incirca 48 ore, nonostante fosse un ragazzo giovane, robusto e sportivo. I suoi genitori hanno ricordato infatti che Cameron era un giovane wrestler e speravano in  una lunga carriera per uno dei loro sei figli. Dopo la morte, hanno avviato una raccolta fondi su GoFundMe per pagare il suo funerale, ma anche per lanciare un appello alla popolazione: «Prendete seriamente questa pandemia, questo virus. E ricordatevi di Cameron con un sorriso, non con tristezza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA