Spagna, 15 anni al "cannibale di Ventas": uccise e mangiò sua madre a pezzetti

Giovedì 17 Giugno 2021
Spagna, 15 anni al "cannibale di Ventas": mangiò sua madre a pezzetti

Aveva ucciso la madre, mangiandone alcuni resti. Ieri è stato condannato a quindi anni di carcere il 28enne noto in Spagna come il "cannibale di Ventas", il quartiere di Madrid nel quale viveva. Era stato arrestato nel 2019 dopo che la polizia aveva trovato alcune parti del corpo della donna vicino alla casa della madre. Il tribunale ha respinto la difesa dei legali di Alberto Sanchez Gomez, secondo cui avrebbe agito in preda ad un episodio psicotico, condannandolo a 15 anni e 5 mesi per omicidio e profanazione di cadavere «con la circostanza aggravata di un legame di parentela». I gIudici hanno stabilito che l'uomo «era in possesso delle sue facoltà mentali al momento dei fatti».

Elena morta a Ibiza, la polizia chiude le indagini: «Il fidanzato l'ha spinta nel vuoto e poi si è ucciso»

Dovrà inoltre pagare un risarcimento di 60mila euro al padre. Durante il processo, Gomez Sanchez ha rivelato di aver strangolato la madre nel febbraio del 2019 dopo una lite, di aver smembrato il corpo, mangiandone alcune parti nelle successive due settimane e di averne date anche al cane.

 

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 10:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA