Carlo ha vietato ad Harry di portare Meghan a Balmoral mentre la regina stava morendo. La telefonata tra padre e figlio: «Non è la benvenuta»

Carlo ha vietato ad Harry di portare Meghan a Balmoral mentre la regina stava morendo. La telefonata tra padre e figlio: «Non è la benvenuta»
Sabato 10 Settembre 2022, 08:37 - Ultimo agg. 18:49
5 Minuti di Lettura

Re Carlo avrebbe vietato al principe Harry di portare la moglie Meghan Markle al castello di Balmoral mentre lui e gli altri membri della famiglia reale si precipitavano al fianco della regina Elisabetta morente. E' l'ultimo retroscena che arriva da casa Windsor negli ultimi istanti che hanno preceduto la morte della regina. In mezzo alla tragedia familiare personale di giovedì, quando Elisabetta è  morta all'età di 96 anni, si stava svolgendo un piccolo dramma domestico che coinvolgeva il duca e la duchessa di Sussex. È stata una sorta di fortunata coincidenza che Harry e Meghan si trovassero in Inghilterra quando la nonna del principe è morta, risparmiandogli una corsa transatlantica emotiva e indubbiamente traumatica poiché la salute della regina è peggiorata in modo repentino.

Nonostante il rancore degli ultimi anni, nessuno avrebbe voluto levare ad Harry la possibilità di piangere la sua amata "Nonnina", con la quale aveva sempre avuto un rapporto speciale. 

Carlo e Camilla, da rivale di Diana a regina consorte: quando a palazzo la chiamavano «donna orribile»

La telefonata del padre

Secondo The Sun, il principe Harry era a Frogmore Cottage quando ha ricevuto una chiamata da suo padre che gli chiedeva di non portare Meghan. «Carlo ha detto a Harry che non era giusto o appropriato che Meghan fosse a Balmoral in un momento così profondamente triste», ha detto una fonte al giornale. «Gli è stato fatto notare che Kate non sarebbe andata e che i numeri dovrebbero davvero essere limitati alla famiglia più vicina. Charles ha detto molto, molto chiaramente che Meghan non sarebbe stata la benvenuta». Nel frattempo The Telegraph ha riferito che Harry non è stato inizialmente convocato quando i reali anziani si sono fatti strada a Balmoral, come suo fratello, il principe William, per motivi costituzionali. Un insider reale ha anche affermato che «è abbastanza difficile passare troppo tempo con qualcuno che sai che sta per pubblicare un libro rivelatore su di te». Un altro ha aggiunto: «Penso che la reazione generale al comportamento di Harry e Meghan sia stata di incredulità, ad essere onesti».

Cambio di programma

Giovedì alle 13.53 (ora locale) la notizia che il duca e la duchessa del Sussex si sarebbero recari in Scozia dove si trovava la regina era stata data da tutti i media.  Ma, dopo mezz'ora,  qualcosa è cambiato: non è ancora chiaro quanta pressione sia stata esercitata dal Palazzo stesso - o se fossero coinvolti alti reali - ma un portavoce della coppia ha iniziato freneticamente a "chiarire" la loro posizione, informando gli stessi giornalisti che «solo il duca stava viaggiando a il momento».  Alcuni dicono che Harry e Meghan non avevano considerato che la moglie di William non sarebbe stata lì, e con Kate rimasta a Londra si sono resi conto di quanto sarebbe stata inopportuna la presenza di Meghan. Altri credono che Meghan sia stata effettivamente bandita, usando l'argomento che Kate - ora Principessa del Galles - stava a casa.

Ad ogni modo, il loro frettoloso annuncio che solo Harry avrebbe fatto il viaggio a nord dalla capitale ha suscitato un sospiro di sollievo tra gli assistenti. Mettendo da parte l'angoscia degli ultimi anni, la decisione iniziale di per sé, che entrambi i Sussex avrebbero viaggiato, è stata vista come del tutto inappropriata, secondo gli addetti ai lavori, per un motivo molto semplice: questo è stato un momento privato e familiare. Solo i due figli maggiori dell'anziano monarca - Carlo e Anna - erano presenti quando la regina morì.

 

Perché Kate non c'era

Gli altri suoi figli, Andrea ed Edoardo, sono arrivati non appena hanno potuto, seguiti su un aereo dal principe William, che ora è il primo in fila al trono. Edward era accompagnato da sua moglie, Sophie, ma lei è adorata dalla regina, che la vede come una seconda figlia, ed è probabile che sia stata lì su sua richiesta. Sebbene la maggior parte abbia pensato che Kate fosse rimasta indietro perché era il primo giorno di scuola dei suoi figli, il che è in parte vero,  sapeva anche che quella era un'occasione per la famiglia di sangue della Regina. È impossibile dimenticare che gli eventi si svolgono in uno sfondo di inimmaginabile amarezza. La spaccatura tra i due fratelli è così profonda che, anche se Harry e William hanno vissuto temporaneamente a pochi minuti a piedi l'uno dall'altro a Windsor questa settimana, non c'è stato alcun tentativo di contatto da nessuna delle parti. Anche i rapporti sono di poco migliori con gli altri membri della famiglia: re Carlo, in particolare, è rimasto sconcertato e profondamente ferito dagli incessanti attacchi del figlio minore. Mentre nessuno vuole una guerra totale, pochi hanno fretta di perdonare o dimenticare la serie di accuse profondamente dannose di Meghan contro i membri della famiglia, così come contro l'istituzione della monarchia stessa.

La solitudine di Harry

È stato evidente che non c'era alcun invito per Harry a unirsi alla festa di famiglia che si è diretta a nord giovedì, decollando dalla RAF Northolt diretta ad Aberdeen. Si è diretto a Balmoral con un jet privato e ha affrontato un viaggio solitario verso il castello, arrivando finalmente alle 19:52, un'ora e mezza dopo la dichiarazione storica del palazzo che aveva informato la nazione della morte di Sua Maestà. È stato visto uscire di casa alle 8:28 di ieri, poco più di 12 ore dopo. Durante quel periodo avrebbe dovuto baciare la mano di suo padre, fare un inchino alla matrigna e spezzare il pane con coloro che ha causato così tanto dolore. I fratelli ora dovranno vedersi spesso mentre si preparano per il funerale della regina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA