Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Una spia per conto di Mosca», colonnello dell'esercito tedesco a processo domani a Dusseldorf

Mercoledì 10 Agosto 2022
«Una spia per conto di Mosca», le accuse contro un colonnello dell'esercito tedesco: via al processo domani a Dusseldorf

Spia per conto dei russi. Al via domani a presso l'Alta Corte Regionale di Duesseldorf il processo contro Ralph G, tenente colonnello riservista dell'esercito tedesco. L'uomo è accusato di attività di spionaggio per il Gru (Direttorato principale per l'informazione), il servizio segreto militare russo, distinto del servizio segreto "classico" che in Russia è conosciuto con l'acronimo FSB, erede del KGB

 

L'alto ufficiale secondo l'accusa, avrebbe fornito informazioni sensibili, ai russi dal 2014 al 2020, questo secondo quanto riporta il Der Spiegel. Nello specifico l'uomo avrebbe passato ai servizi segreti di Mosca molteplici informazioni: conoscenze interne sul sistema dei riservisti in Germania, rapporti sulla prontezza operativa dei sistemi d'arma della Bundeswehr (esercito tedesco) e capacità informatiche delle truppe. Molti di questi documenti attualmente sono pubblici, ma altri sono considerati, dall'accusa, sensibili e riservati.

Putin, giallo Shiplyuk: arrestato lo scienziato che costruisce i missili ipersonici

La ricostruzione dei fatti

Ralph G. oltre a essere ufficiale di riserva della Bundeswehr era anche a capo del centro di comunicazione distrettuale. Secondo l'accusa a partire dall'ottobre 2014, avrebbe mantenuto costanti comunicazioni con il servizio di intelligence russo attraverso varie persone, trasmettendo infromazioni ricevute come parte del suo incarico, il tutto è proseguito fino a marzo 2020. Secondo l'Alta Corte Regionale di Düsseldorf, le informazioni più gravi fornite agli uomini del Cremlino sarebbero state sulle cooperazioni tra i settori militare e civile. Il colonnello tedesco avrebbe anche fornito informazioni sulle sanzioni imposte alla Federazione Russa nel 2014, da Germania e l'UE. L'accusa ha inoltre scritto che per favorire la cooperazione, Ralph G. ha ricevuto inviti a vari eventi delle istituzioni statali russe, senza però specificare quali eventi fossero.

Putin, il braccio destro Patrushev «vittima di un attentato: è sopravvissuto a un avvelenamento»

Ultimo aggiornamento: 18:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA