Coree, accordo per summit al confine ad aprile. Seul: Kim vuole dialogo diretto con gli Usa

Il Consigliere per la sicurezza nazionale Chung ha guidato la delegazione sudcoreana che ieri è stata ospitata a cena a Pyongyang dal leader nordcoreano Kim Yong-un. È stato poi lo stesso Chun ad annunciare un vertice in una conferenza stampa al suo ritorno a Seul. Lo riferisce l'agenzia stampa sudcoreana Yonhap, sottolineando che l'annuncio non era scontato. Il summit, il terzo fra presidenti delle due Coree, si svolgerà il mese prossimo nell'area smilitarizzata di Panmunjon, al confine fra le due Coree. Chun ha anche reso noto che verrà istituito un collegamento telefonico diretto fra i presidenti delle due Coree. «Il Sud e il nord -ha spiegato - hanno concordato di aprire una hotline fra i due leader per permettere strette consultazioni e ridurre la tensione militare». La prima conversazione telefonica fra i due leader avverrà prima del summit di aprile. 

La Corea del Nord vuole il dialogo diretto con gli Usa e offre la “moratoria” delle sue attività sul nucleare e i missili per l'intero periodo dei colloqui,ha riferito poi la Blue House, la presidenza sudcoreana. La Corea del Nord ha ribadito il suo impegno a «liberarsi» delle armi nucleari, ha riferito Chung Eui-yong, consigliere sulla sicurezza del presidente Moon Jae-in, in un briefing a Seul coi media sull'esito della missione di due giorni da lui guidata al Nord e conclusasi oggi. «La parte nordcoreana ha chiaramente affermato il suo impegno alla denuclearizzazione della penisola dicendo che non ci sarebbe alcuna ragione per possedere armi atomiche se la sicurezza del regime fosse garantita e la minaccia militare contro il Nord fosse rimossa», ha aggiunto Chung. Pyongyang ha espresso il desiderio di avere «colloqui franchi» con gli Usa nel percorso diretto alla denuclearizzazione della penisola e alla normalizzazione dei rapporti bilaterali: nel periodo negoziale ci sarebbe la relativa «moratoria» di tutte le attività delle attività. Quindi, nessuna provocazione, fino a quando i colloqui tra Usa e Corea del Nord saranno in corso, ha detto Chung, nel resoconto della Yonhap. In aggiunta, «il Nord ha promesso di non usare non solo il nucleare, ma anche le armi convenzionali contro il Sud». Come segnale di distensione dei rapporti, Pyongyang ha invitato al Nord un team dimostrativo sudcoreano di taekwondo e un gruppo artistico, replicando a parti invertite quanto fatto dal Nord alle Olimpiadi invernali di PyeongChang.

 
Martedì 6 Marzo 2018, 13:39 - Ultimo aggiornamento: 07-03-2018 12:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP