CORONAVIRUS

Coronavirus mondo, 1.500 nuovi casi in Spagna, record contagi in Iran, Vietnam e Messico

Venerdì 31 Luglio 2020
Coronavirus mondo, record di contagi in Vietnam e Messico. Nuove restrizioni a Manila

Il coronavirus non arresta la sua corsa. Anzi. Corre veloce. Dalla Filippine al Massico, aumentano i contagi. Il presidente filippino Rodrigo Duterte infatti, ha esteso le misure restrittive alla capitale Manila, limitando i movimenti degli anziani e dei bambini, chiudendo i ristoranti e le palestre fino a metà agosto e limitando le attività economiche. «La mia richiesta è di resistere ancora un po'. Molti sono stati infettati», ha detto Duterte in un discorso televisivo, in cui ha promesso vaccini gratuiti quando saranno disponibili, con priorità a poveri, poi alla classe media, alla polizia e al personale militare. Le Filippine avranno la precedenza dalla Cina nella distribuzione dei vaccini, ha assicurato.

Spagna. Balzo in avanti dei nuovi casi di coronavirus in Spagna: 1.525 contagi nelle ultime 24 ore. Lo riporta El Pais citando fonti del ministero della Sanità. Le comunità più colpite sono quelle di Madrid e dell'Aragona rispettivamente con 372 e 511 nuovi malati.

Iran. Salgono a 304.204 i casi di Covid-19 in Iran, con 2.674 contagi registrati nelle ultime 24 ore. Le nuove vittime sono 197, un dato che porta il totale dei decessi confermati a 16.766. I ricoverati in terapia intensiva calano a 4.021, mentre i pazienti guariti crescono a 263.519. Nel complesso sono stati effettuati finora 2.456.909 test. La Guida suprema Ali Khamenei ha inoltre chiesto alla popolazione di rispettare le misure di prevenzione prescritte dalle autorità, dopo le polemiche tra alcuni funzionari pubblici e gruppi religiosi sulla rigidità delle precauzioni da adottare in occasione delle commemorazioni del martirio del terzo imam sciita Hussein durante il prossimo mese islamico di Muharram. «Come farò io stesso, tutti sono tenuti a obbedire alle istruzioni del quartier generale per la lotta al coronavirus, che verranno annunciate presto», ha detto l'ayatollah Khamenei.

Vietnam. Ci sono 45 nuovi casi, il peggior incremento in 24 ore dall'inizio dell'epidemia nel Paese, lo scorso gennaio. Tutti i nuovi contagi sono stati rilevati nella località turistica di Da Nang, colpita da un focolaio la scorsa settimana. Dopo quasi 100 giorni senza contagi, il Vietnam ha visto il ritorno del Covid lo scorso 25 luglio, ricorda la Cnn.

Brasile. Superati i 2,6 milioni di casi, mentre la corsa alla produzione del vaccino continua nello stato di San Paolo. Secondo l'ultimo bilancio giornaliero riferito ieri dal ministero della Salute, il gigante latinoamericano ha registrato 57.837 infetti in 24 ore portando il totale a 2.613.634 casi. Nel bilancio quotidiano sono state registrate 1.129 nuove vittime, per un totale di 91.263 morti dall'inizio della pandemia nel Paese. Lo stato di San Paolo, epicentro della pandemia con oltre 529.000 contagi, ha annunciato l'intenzione di produrre 120 milioni di dosi del vaccino cinese CoronaVac, mentre sono in corso studi e test con il vaccino dell'Università di Oxford, nel quadro di un accordo firmato dal governo del presidente Jair Bolsonaro.

Malta. Nuovo picco di contagi. Dopo mesi di relativa tranquillità, con la riapertura delle frontiere ed il via libera agli eventi di massa, le infezioni si sono moltiplicate a causa di focolai che si sono accesi prima per un party privato nel fine settimana scorso, poi per una festa patronale. Il ministero della Salute ha quindi disposto restrizioni per gli eventi pubblici. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 10 nuove positività, che portano a 150 il numero dei casi attivi, di cui 85 tra i 94 migranti salvati dalle forze armate maltesi a inizio settimana e posti in isolamento nei centri di accoglienza. Nella prima fase della pandemia i casi di Covid erano stati complessivamente appena 674

Virus, arrivi dall'estero: confermato il divieto d'ingresso a 16 Paesi. Bulgari e romeni, drive-in a Roma

Usa. I nuovi casi negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati 72.238. I morti 1.379, in quello che è il terzo giorno consecutivo in cui i decessi superano quota 1.200. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, secondo la quale i contagi complessivi nel paese sono quasi 4,5 milioni.

Messico. Sono 46mila le persone che hanno perso la vita, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati più di settemila nuovi casi. Lo rende noto il direttore di Epidemiologia del Messico José Luis Alomia, riferendo di 7.730 nuovi casi e 639 morti in più rispetto a ieri e aggiornando a 416.179 il totale delle persone contagiate e a 46mila il numero delle vittime. Intanto le autorità fanno sapere che il Messico parteciperà alla terza fase del protocollo per lo sviluppo di un vaccino anti Covid-19 messo a punto dalla casa farmaceutica Sanofi-Pasteur.

India. Altro record di nuovi casi, con 55.078 positivi confermati nelle ultime 24 ore. Il ministero della sanità federale aggiorna quindi a 1.638.870 il totale delle persone contagiate. È il secondo giorno consecutivo che si registra un aumento di oltre 50mila nuovi casi in 24 ore. In merito alle vittime, sono almeno 35.747 le persone che hanno perso la vita in India per complicanze legate al'infezione, 779 in più rispetto a ieri. L'India è attualmente al terzo posto al mondo nella lista dei Paesi maggiormente colpiti, dopo gli Stati Uniti e il Brasile. Le autorità di Nuova Delhi parlano di 545.318 casi ancora attivi e di 1.057.805 guariti.

Virus, allerta in Sardegna: sbarcati 6 migranti algerini positivi al Covid-19

Brasile. Sono più di 2,6 milioni i casi confermati, dove nelle ultime 24 ore si è registrato un aumento di 57.837 positivi. Lo riferiscono le autorità sanitarie locali, aggiornando a 2.610.102 il totale dei contagiati confermati. È invece salito a 91.263 il numero delle persone che hanno perso la vita a causa di complicazioni legate all'infezione, 1.129 in più rispetto a ieri. A essere maggiormente colpito è lo stato di Sao Paulo, il più popoloso nel sudest del Brasile, con 529.006 casi e 22.710 morti, seguito da quello di Rio de Janeiro con 163.642 casi e 13.348 vittime.

Bulgaria. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 265 nuovi casi (dei quali 51 a Sofia) a seguito di 6.639 test diagnostici effettuati. Il bilancio complessivo dei contagi sale così a 11.420. Si registrano sei nuovi decessi, il totale sale a 374 vittime. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico sanitario è salito a 673 persone. Attualmente vi sono 4.873 casi attivi, mentre negli ospedali sono ricoverati in tutto 751 pazienti, 34 dei quali sono in terapia intensiva. Secondo una disposizione del ministero della Sanità bulgaro, da oggi i cittadini di Ucraina e Giordania potranno entrare in Bulgaria senza un test Pcr. I cittadini di nove paesi possono entrare in Bulgaria solo in possesso di un test Pcr con risultato negativo, eseguito nelle ultime 72 ore. Si tratta di Macedonia del Nord, Serbia, Albania, Kosovo, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Moldavia, Israele e Kuwait.

Coronavirus, positivo un bagnino a Sabaudia. Avviati gli accertamenti per ricostruire i suoi contatti

Libia. Nuovo record di contagi giornalieri che registra nelle ultime 24 ore altri 216 nuovi casi, che portano a 3.438 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti salgono a 73, i guariti a 604, e le persone attualmente positive da da 2550 a 2761, con la maggior parte dei casi al Sud. Il governo di Tripoli ha annunciato la proroga del coprifuoco con 5 giorni di lockdown totale da oggi fino a mercoledì prossimo, con divieto di circolazione e di grandi assembramenti in spiagge o giardini e il lockdown parziale dalle 21 alle 6 del mattino per i 5 giorni seguenti. Oggi si celebra l'Aid Al Adha, festa islamica del Sacrifico.
 

 

Inghilterra. Dalla mezzanotte scorsa è scattato un brusco giro di vite per i movimenti di oltre 4 milioni di persone nel nord dell'Inghilterra, a seguito di un forte ritorno dell'epidemia. Tra le altre cose, alle persone di gruppi familiari diversi è proibito incontrarsi al chiuso nella Greater Manchester e in parti del Lancashire orientale e del West Yorkshire. Un nucleo familiare potrà andare al pub, ma senza mescolarsi con altre persone. Le autorità locali e la polizia avranno potere di far applicare le restrizioni. Le nuove regole arrivano quasi quattro settimane dopo che le restrizioni erano state allentate in tutta l'Inghilterra, consentendo alle persone di incontrarsi al chiuso per la prima volta dalla fine di marzo. 

Russia. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 5.482 nuovi casi e 161 decessi provocati dal virus Sars-Cov-2: lo riferisce il centro operativo nazionale anticoronavirus. Il totale dei contagi accertati sale così a 839.981, mentre le vittime del nuovo virus dall'inizio dell'epidemia sono ufficialmente 13.963.

Ultimo aggiornamento: 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA