CORONAVIRUS

Coronavirus Austria, focolaio in una chiesa frequentata da migranti: scuole chiuse nel nord

Giovedì 2 Luglio 2020
Coronavirus Austria, focolaio in una chiesa frequentata da migranti: scuole chiuse nel nord

Coronavirus, aumentano i casi di Covid19 dopo un focolaio in una chiesa libera di Linz, e l'Austria decide di chiudere le scuole nella zona a Nord del Paese. In Austria, dunque, i contagi tornano a salire (677 casi attivi) e in alcune zone dell'Alta Austria è stata disposta la chiusura delle scuole.

Virus, Speranza: seconda ondata possibile, urge rafforzare il sistema sanitario

Coronavirus, possibili danni agli spermatozoi e infiammazione ai testicoli anche dopo la guarigione


 

Focolaio in chiesa

Il focolaio sarebbe una chiesa libera a Linz, frequentata da migranti. In Alta Austria ieri i contagi sono saliti di 129 casi, mentre oggi - ha informato il ministro alla Salute Rudolf Anschober - la crescita è nuovamente rallentata (+42 casi). Il ministro si è detto preoccupato «soprattutto in vista dell'autunno». «Serve la collaborazione della popolazione», ha aggiunto il ministro, avvertendo una minore attenzione tra i cittadini per le regole di prevenzione. Vienna non esclude neanche un ritorno all'obbligo di mascherina, annuncia la Tiroler Tageszeitung.

 

Ultimo aggiornamento: 17:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA