CORONAVIRUS

Romania, candidato sindaco muore di Covid-19 e viene eletto 11 giorni dopo

Martedì 29 Settembre 2020 di Marta Ferraro
In Romania, candidato sindaco muore di Covid-19, 11 giorni prima la sua rielezione

Gli abitanti della città di Deveselu, in Romania, hanno rieletto il sindaco Ion Aliman, in carica dal 2012. Tuttavia, il candidato è deceduto, all'età di 57 anni, il 17 settembre scorso a causa del Covid-19, ben 11 giorni prima la sua rielezione, secondo quanto riferiscono i media locali.

Dopo la schiacciante vittoria, i sostenitori di Aliman sono accorsi al cimitero per rendere omaggio al sindaco vincitore. L'elezione è stata possibile perché secondo la legislazione nazionale, se la morte del candidato avviene dopo la stampa delle schede elettorali, queste non vengono modificate e il processo elettorale può fare il suo corso.

LEGGI ANCHE Covid, l'Oms: nell'Ue l'incremento più alto di casi e decessi 

Aliman era in corsa per il suo terzo mandato per conto del Partito socialdemocratico (Psd). Delle 1.600 persone che si sono recate alle urne, 1.020 voti sono andati al candidato defunto. Nel frattempo, il vicesindaco, Nicolae Dobre, assumerà le funzioni di sindaco fino a quando non si terranno nuove elezioni.

«Lui - Ion Aliman - è rimasto al ballottaggio e aveva il diritto di essere eletto. È una situazione legale e con questo voto, gli elettori hanno anche dato al PSD il diritto di nominare un altro candidato alle elezioni», ha detto Dobre a Digi24.

 

Ultimo aggiornamento: 15:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA