Covid, in Brasile è strage di bambini: oltre 800 morti. «Ma potrebbero essere il doppio»

Giovedì 15 Aprile 2021
Covid, in Brasile è strage di bambini: oltre 800 morti, ma potrebbero essere il doppio

Il Covid uccide anche i più giovani. Ed è strage di bambini in Brasile. In poco più di un anno, tra IL febbraio del 2020 e la metà di marzo del 2021, si contano almeno 852 morti sotto i 9 anni, inclusi 518 arrivati nemmeno a un anno di età, secondo le cifre fornite dal ministero della Salute, riportate in un servizio sul sito della Bbc. Si tratta dei casi conclamati, ma secondo le stime di medici e Ong potrebbero essere più del doppio.

Problemi a individuare i morti

Il Paese sudamericano ha superato le 360 mila vittime dall'inizio della pandemia. Secondo una ricerca della dottoressa Fatima Marinho, epidemiologa dell'Università di San Paolo e consigliere esperto della ong internazionale Vital Strategies, durante la pandemia si sono decuplicati i casi di morte per sindrome respiratoria acuta: questo fenomeno la porta a stimare che il Covid di fatto sia stato letale per 2.060 bambini sotto i 9 anni, inclusi 1.302 neonati. La specialista sostiene inoltre che in Brasile la diagnosi di Covid per i bambini spesso arriva troppo tardi: «Abbiamo seri problemi a rintracciare i casi, non abbiamo abbastanza test per la popolazione in generale, anche meno per i bambini. I più vulnerabili - aggiunge Marinho - sono i bambini di colore e quelli provenienti da famiglie molto povere, per le quali è più difficile ricevere aiuto».

Covid Brasile, mancano i farmaci: pazienti intubati da svegli. L'infermiera: «Ci implorano di non farli morire»

Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 19:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA