CORONAVIRUS

Covid diretta, allarme in Polonia: 153 morti, scatta la zona rossa. Boom di casi in Germania, Francia e Spagna

Venerdì 23 Ottobre 2020

Allarme in Europa e nel mondo per la diffusione della pandemia che non accenna a placarsi. Esplodono i nuovi contagi da Covid in Germania, dove si è ormai superata la soglia dei 11mila mentre la Francia ha registrato ieri un nuovo record di contagi da coronavirus con oltre 40.000 nuovi casi in 24 ore. La Spagna ha superato il milione di casi divenendo così il primo Paese Ue e il sesto al mondo per per numero di casi.

Polonia

Tutta la Polonia diventa «zona rossa» e ci saranno nuove, più rigorose restrizioni: è quello che ha affermato oggi il premier polacco Mateusz Morawiecki, annunciando il semi lockdown per il Paese, in cui la situazione della pandemia si sta aggravando. Secondo i dati del ministero della Sanità, in Polonia sono 13.632 i nuovi contagi da Covid registrati nelle 24 ore, e 153 i morti.

Germania

In Germania i nuovi contagi da Covid-19 sono stati 11.242 nelle ultime 24 ore, poco meno degli 11.287 annunciati ieri che costituiscono per il Paese il massimo assoluto delle infezioni dall'inizio della crisi. Come indica il Robert Koch Institute per le malattie infettive, il totale dei contagi da coronavirus in Germania ha superato la soglia di 400mila a 403.291, con oltre 50mila nuovi casi registrati nell'ultima settimana. I decessi in un giorno sono stati 49, in aumento dai 30 di ieri e il totale è salito a 9.954. Sulla base dei dati settimanali, aggiornati a ieri, l'indice di riproduzione del virus è dell'1,32.

Ucraina

Continuano ad aumentare i casi di Covid-19 in Ucraina, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 7.517 nuovi contagi: finora il numero più alto in un solo giorno dall'inizio dell'epidemia. Nel corso dell'ultima giornata, 121 persone sono decedute a causa del morbo portando a 6.164 le vittime accertate del Covid-19 nella repubblica ex sovietica di circa 42 milioni di abitanti. Stando ai dati del ministero della Salute di Kiev, finora in Ucraina sono stati accertati in totale 330.396 casi di Covid-19. 

Bulgaria

Prosegue il trend al rialzo dei contagi da coronavirus in Bulgaria, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.595 nuovi casi, pari a quasi il 18% dei 9.038 test diagnostici effettuati. Si tratta del nuovo record giornaliero di contagi nel Paese balcanico. Il maggior numero delle persone contagiate si registra di nuovo nella capitale Sofia: 549. Il totale dei casi da inizio epidemia è a oggi di 34.930. Da ieri sono stati segnalati sedici decessi e il numero complessivo delle vittime sale a 1.064. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico-sanitario è salito a 1.786. Attualmente vi sono 16.033 casi attivi in Bulgaria, mentre negli ospedali sono ricoverati 1.729 pazienti, 112 dei quali in terapia intensiva. Da oggi è in vigore una nuova ordinanza del ministero della Sanità, che riduce al 50% delle capacità delle rispettive strutture l'accesso a discoteche e locali notturni in Bulgaria. Sono ormai sei le regioni amministrative, compresa la capitale Sofia, dove è stato introdotto il codice 'rossò, il massimo grado di pericolo di infezione. L'unica delle 28 regioni amministrative bulgare, rimasta al codice verde, il minimo grado di pericolo di infezione, è quella di Vidin (nord-ovest) sul Danubio.  

Russia

In Russia sono stati registrati nelle ultime 24 ore 17.340 nuovi casi di coronavirus, il numero più alto dall'inizio della pandemia. Le infezioni totali ora sono 1.480.646. Lo riporta la task force federale contro il virus. I morti sono invece 283, per un totale di 25.525. 

Turchia

La diffusione del coronavirus in Turchia «è tornata a intensificarsi in tutto il Paese». E' l'allarme lanciato questa mattina dal ministro della Salute di Ankara, Fahrettin Koca, dopo che ieri i casi di Covid-19 hanno toccato il picco dal 6 maggio scorso con 2.102 malati accertati, senza considerare i pazienti positivi ma asintomatici, che non vengono inclusi nelle statistiche diffuse al pubblico. Secondo il ministro, la città di Bursa, importante centro industriale nel nord-ovest, sta vivendo «i giorni più critici dall'inizio dell'epidemia», mentre in termini assoluti la situazione più grave è a Istanbul, dove si registra il 40% dei contagi complessivi in Turchia. Per affrontare la situazione, Koca ha annunciato anche di voler incontrare nei prossimi giorni il sindaco di opposizione della metropoli sul Bosforo, Ekrem Imamoglu, che durante la prima ondata aveva duramente criticato come troppo blande le misure di prevenzione decise del governo di Recep Tayyip Erdogan. 

Bosnia Erzegovina

Nelle ultime 24 ore la Bosnia Erzegovina ha registrato un nuovo record di contagi da Covid-19, con 1.169 infetti su 3.023 testati, e il numero totale dei casi dall'inizio dell'epidemia è salito a 38.493 Da alcuni giorni il numero dei test effettuati si aggira sui tremila al giorno, con il numero dei positivi che cresce costantemente di 100-200 casi. Da ieri si registrano 14 morti, che portano a 1.065 il numero complessivo delle vittime da inizio epidemia, mentre sono guarite in totale 26.260 persone. I casi attivi sono attualmente 11.168. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 09:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA