Covid, morti e malati sulla nave da crociera della Carnival: class action da parte di mille passeggeri

Giovedì 25 Giugno 2020
Covid, morti e malati sulla nave da crociera della Carnival: class action da parte di mille passeggeri

Guai legali post Covid in vista per la Carnival, fra le più note compagnie specializzate in crociere turistiche: nella sua flotta anche la Diamond Princess, teatro di un focolaio mentre era ormeggiata in Giappone in primavera.  Oltre 1.000 passeggeri di una nave che venne colpita dal coronavirus hanno avviato una class action contro l'armatore Holland America Line e la casa madre Carnival Corporation accusandoli di cattiva gestione del focolaio scoppiato lo scorso marzo a bordo della MS Zaandam. Secondo quanto riporta USA Today, la causa è stata promossa dai coniugi Leonard Lindsay e Carl Zehner. In particolare, quest'ultimo si ammalò e trascorse tre settimane in terapia intensiva attaccato a un ventilatore. Su quella nave si contarono alla fine quattro morti.

Coronavirus, 229 turisti (3 infetti) portati a Roma: nessuno ha avvisato, la scoperta dopo 4 giorni
Coronavirus, crociera da incubo: «In quarantena al largo della Martinica con 2 casi. I francesi che ci chiamano untori»

La denuncia accusa le due società di non aver preso provvedimenti adeguati per salvaguardare e mitigare il rischio di infezione da coronavirus per i loro passeggeri dopo che il virus si era già diffuso su diverse navi del gruppo, tra cui la Diamond Princess e la Grand Princess della controllata Princess Cruises.

La MS Zaandam cominciò il suo viaggio dal porto di Buenos Aires, in Argentina, il sette marzo scorso, ma il 13 marzo la Holland America Line annunciò la sospensione delle attività per almeno 30 giorni. Il giorno dopo la nave cercò di rientrare in un porto argentino, ma le autorità negarono l'ingresso, come fecero successivamente anche le autorità del Cile. Secondo la denuncia, ai passeggeri venne detto di auto-isolarsi nelle loro cabine quando la società sapeva già da almeno una settimana che alcuni membri dell'equipaggio presentavano i sintomi della malattia.

La Zaandam ricevette il permesso di attraccare nel porto di Everglades, in Florida, solo il tre aprile, quando gran parte dei passeggeri furono fatti sbarcare.

Ultimo aggiornamento: 12:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA