Covid, oltre 20mila contagi al giorno in Russia, ma Mosca riapre bar, ristoranti, discoteche e teatri

Mercoledì 27 Gennaio 2021
Covid, oltre 20mila contagi al giorno in Russia, ma Mosca riapre bar, ristoranti, discoteche e teatri

Mosca verso la normalità come prima del Covid. Il sindaco di Mosca, Serghei Sobyanin, ha disposto la rimozione delle ultime restrizioni imposte alla capitale, spalancando la porta a una vita di fatto normale.

 

 

 

 

Tutti i locali, come bar, ristoranti, night club e discoteche, potranno tornare a servire i clienti dalle 23 alle 6 del mattino (la limitazione era stata imposta lo scorso novembre). L'obbligo per le aziende di mettere in smart-working almeno il 30% del personale si è poi trasformato in «raccomandazione». Di fatto le uniche limitazioni ora sono per musei, cinema e teatri, che devono lavorare al 50% della capienza.

Questa riapertura della capitale russa avviene quando perdurano le polemiche sull'attendibilità  dei dati diffusi dalle autorità sull'andamento della pandemìa nel paese che conta 145 milioni di abitanti di cui 12 nella capitale: in media, nell'ultima settimana, i contagi quotidiani si aggirano attorno a quota 20mila  Stando ai dati ufficiali, dall'inizio dell'epidemia in Russia si registrano oltre 3,6 milioni di casi e quasi 70mila decessi.

Alla fine di dicembre, tuttavia, come ha riportato SkyNews, Tatiana Golikova, vice prima ministra russa, ha detto che i morti causati sono almeno il triplo di quelli resi noti. L'ufficio di statistica riporta che nei primi 11 mesi del 2020 sono stati registrati  229.700 decessi in più rispetto al 2019, con oltre 80% causato dal Covid. La Russia sarebbe insomma il terzo Paese al mondo dopo  Stati Uniti e Brasile

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 11:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA