Daniel Miur muore a 35 anni, credeva che la tosse fosse Covid ma aveva un cancro ai polmoni

Domenica 7 Novembre 2021 di Simone Pierini
Daniel muore a 35 anni, credeva che la tosse fosse Covid ma aveva un cancro ai polmoni

Un papà di quattro figli che pensava che la sua tosse fosse Covid è morto di cancro all'età di 35 anni. Lo chef e chitarrista Daniel Muir, originario di Anglesey, nel Galles, si è spento a casa il 12 ottobre a seguito di una breve ed estenuante battaglia contro il cancro ai polmoni. Come riporta il Wales Online la moglie Nerys, dal cuore spezzato, ha raccontato il suo dolore nella speranza di poter aiutare gli altri a rilevare i tumori prima che sia troppo tardi. La giovane mamma ha detto che la sua perdita è spesso «troppo difficile da raccontare», ma spera che condividere la storia di Daniel renderà orgoglioso il suo defunto marito.

 

 

Pensavano fosse Covid, poi la diagnosi: cancro ai polmoni

 

«Mio marito non fumava e non avremmo mai pensato che sarebbe stato qualcosa di serio», ha detto la donna. «Anche lo pneumologo di Daniel era devastato e scioccato: nei suoi 25 anni di lavoro sul campo non ha mai incontrato qualcuno giovane come lui con una forma di cancro così aggressiva». La moglie dice di sentirsi arrabbiata per il fatto che la malattia non sia stata rilevata prima e ha esortato gli altri a imparare come rilevare i sintomi. «Si pensa sempre che il cancro ai polmoni sia qualcosa che colpisca i fumatori o gli anziani», ha aggiunto. «Sono triste perché pensavamo che la cosa più spaventosa potesse essere il Covid».

 

 

I primi sintomi a novembre 2020

Daniel ha iniziato a mostrare i primi sintomi di tosse nel novembre 2020 ed entrambi pensavano che potesse essere dovuto allo stress da lavoro. Con il peggioramento della situazione hanno temuto che potesse essere il Covid, ma non avrebbero mai immaginato che in realtà si trattasse di cancro. Successivamente l'uomo ha iniziato a soffrire di mal di schiena ed è andato da un medico di famiglia. Dopo una serie di analisi è arrivata la diagnosi: cancro ai polmoni al quarto stadio.

 

 

La chemio e la radioterapia

Il tumore ai polmoni si era già diffuso al bacino e alla colonna vertebrale, ma la coppia era fiduciosa perché «aveva l'età dalla sua parte». «È l'uomo più coraggioso che abbia mai conosciuto», ha detto la donna. Tuttavia dopo estenuanti cicli di chemio e radioterapia gli è stato detto che non c'era più niente da fare. Daniel è morto, lasciando le figlie Ava, 12 anni, Izzy, 10, avute da una prima relazione, e il figlio Elijah di sei anni, nato dal rapporto con Nerys. Era anche il patrigno del figlio di Nerys, Nathaniel, che «trattava come se fosse suo». 

 

«Quando Daniel stava esalando i suoi ultimi respiri, gli ho promesso che mi sarei presa cura di tutti i bambini. Non ha mostrato a nessuno dei bambini la sua lotta contro la malattia, quindi nessuno si è reso conto di quanto fossero brutte le cose, tranne me, perché ero con lui ogni giorno a prendermi cura di lui. Aveva paura di morire, quindi ha scelto di non parlarne», ha concluso la moglie.

 

Simone Pierini

Ultimo aggiornamento: 11:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche