Danimarca, Green pass già rimosso: dai ristoranti alle palestre, ora l'ingresso è libero

Venerdì 3 Settembre 2021 di Mario Landi
Danimarca, già tolto il Green pass: dai ristoranti alle palestre l'ingresso ora è libero

La Danimarca è stato il primo Paese a introdurre un Green pass Covid-19 sei mesi fa, ma ora ne ha già abolito l'obbligo nella maggior parte dei luoghi pubblici: tutto questo, pochi giorni prima della revoca, il 10 settembre, di tutte le restrizioni. La pandemia è considerata «sotto controllo» con il 71,8 per cento della popolazione completamente vaccinata. Disponibile su un'app o in formato cartaceo, il pass è sempre stato considerato come requisito temporaneo e inizialmente doveva scadere il 1 ottobre. Già dal 1° settembre, però, il pass non è più richiesto in caffè, bar, ristoranti, palestre.

Danimarca e virus, la situazione

 

Sarà ancora necessario nei principali eventi pubblici al coperto e nei locali notturni. Il Paese, che ha registrato 2.500 decessi per Covid, ha già abbandonato a metà agosto l'obbligo di mascherine nei trasporti pubblici. E il 1° agosto ha revocato l'obbligo del pass Covid nei musei e negli eventi al coperto con meno di 500 persone.

La Danimarca: «Il virus non è più una minaccia, è sotto controllo». Via tutte le restrizioni dal 10 settembre

Senza Green pass al self service, Electrolux chiude la mensa di Susegana per 700 operai

Come in altri paesi europei, da metà giugno in Danimarca si è assistito a un aumento dei casi positivi rilevati, soprattutto a causa della diffusione della variante Delta. In media ad agosto il paese ha registrato circa 900 nuovi casi al giorno, ma ricoveri e decessi sono rimasti molto bassi grazie alla protezione offerta dai vaccini soprattutto contro le forme gravi del virus.

Il ministro della Salute danese, Magnus Heunicke, aveva detto in una conferenza stampa ufficiale che «l’epidemia è sotto controllo, abbiamo un livello di vaccinati da record ed è per questo che possiamo rimuovere le limitazioni che avevamo introdotto contro la COVID-19».

 

Secondo Heunicke il coronavirus «non è più una minaccia critica per la società» danese, ma ha comunque invitato la popolazione a mantenere qualche precauzione ricordando che il governo potrà introdurre nuovamente limitazioni nel caso in cui la situazione tornasse a peggiorare.

 

Ultimo aggiornamento: 15:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA