Bimba di 4 anni scopre impronta di dinosauro di 220 milioni di anni fa

Sabato 30 Gennaio 2021 di Laura Larcan
Bimba di 4 anni scopre impronta di dinosauro di 220 milioni di anni fa

«Guarda papà che bello!». Quando si dice, portare a spasso i bambini per far ammirare la natura. Può capitare anche che l'occhio vispo e curioso dei piccoli venga attratto da un'impronta di dinosauro di 220 milioni di anni fa. E' successo sulla spiaggia del Galles, dove una bimba di 4 anni, Lily Wilder, a spasso con il papà ha scoperto il fossile perfettamente conservato. Una sorpresa, mista a gioco. Durante la passeggiata, la piccola ha chiamato il padre, Richard Wilder, per mostrargli la strana presenza su quella lastra di roccia fangosa. Il signor Wilder ha capito subito di essere di fronte a qualcosa di straordinario («fuori dall'ordinario»), ha subito fotografato l'impronta e ha avvertito le autorità locali.

Scoperte sulle Alpi orme di grandi rettili sconosciuti. I paleontologi: «Antenati dei coccodrilli»

Dinosauri ridotti a zombie dal parassita preistorico: la scoperta eccezionale

Siamo sulla spiaggia di Bendricks Bay, a Barry, nel distretto di Vale of Glamorgan. La storia è stata raccontata dalla Bbc, e sta facendo il giro dei media britannici. «È il miglior esemplare mai trovato su questa spiaggia», ha commentato la paleontologa del Museo Nazionale del Galles, Cindy Howells, riferendosi all'impronta, che è lunga 10 centimetri e apparteneva probabilmente a un dinosauro alto circa 75 centimetri. L'orma fossile, impressa in quella che un tempo era una superficie fangosa, è stata rimossa e portata al Museo Nazionale di Cardiff, dove verrà esposta. Gli scienziati ritengono che potrebbe aiutare a stabilire come camminavano. Lo descrivono come "un animale snello" che avrebbe camminato sulle sue due zampe posteriori e avrebbe cacciato altri piccoli animali e insetti. 

Si pensa che l'esemplari di Bendricks Bay provenga da rettili di tipo coccodrillo piuttosto che da dinosauri. Impronte simili negli Stati Uniti sono state ricollegate al dinosauro "Coelophysis".  È noto che impronte simili negli Stati Uniti sono state fatte dal dinosauro Coelophysis. Si pensa che gli esemplari trovati a Bendricks Bay in passato provengano da più rettili di tipo coccodrillo piuttosto che da dinosauri.

Il National Museum Wales ha dichiarato: «La sua spettacolare conservazione dell'impronta può aiutare gli scienziati a capire di più sulla struttura effettiva dei loro piedi poiché la conservazione è abbastanza chiara da mostrare i singoli cuscinetti e persino le impronte degli artigli». «La notizia della scoperta è interessante, questa zona del Galles era già nota per impronte di dinosauro», commenta Flavio Altamura, ricercatore della Sapienza. Chissà che non gli diano il nome della piccola esploratrice, Lilysauro...

Ultimo aggiornamento: 12:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA